rotate-mobile
Eventi

Festival Villa Solomei. Quando lirica e jazz s’incontrano in Piazzetta. Spopola il duo Zanchi-Arrighini

Festival Villa Solomei. Quando lirica e jazz s’incontrano in Piazzetta. Spopola il duo Zanchi- Arrighini con un’ardita contaminazione. Gabriella Zanchi è artista 3 Un saluto, tramite l'Inviato Cittadino, ai lettori di Perugia Today-2altotiberina, ormai assurta a star internazionale. Costante presenza in Francia con lirica e commedia musicale (Bella e la Bestia, Fantasma dell’Opera…). Collaborazioni di rango con Piovani e l’Orchestra Roma Sinfonietta. Autrice e regista di “Calda Diva”, lezioni di arguto erotismo. È amica di Perugia Today e dell’Inviato Cittadino che la segue da anni [Gabriella Zanchi, attrice e soprano in forza all’Opéra di Parigi, è protagonista di una nuova trasmissione sul canale 6 francese (perugiatoday.it); Il personaggio - Gabriella, la bellezza umbra che spopola oltralpe: da ;Italia’s got Talent” ai palchi internazionali (perugiatoday.it)].

Con lei si è esibito a Solomeo Riccardo Arrighini, nativo di Torre del Lago e instancabile promotore della musica pucciniana in versione jazz. Porta dunque nel mondo il suo Puccini jazz Project, avendo suonato con Francesco Cafiso, Enrico Rava, Paolo Fresu, Franco Cerri… È in grado di interpretare musica colta e popolare, tanto da aver vinto il Barga Jazz 1996 coi suoi Fusion. È autore di un tributo a Morricone e alle sue colonne sonore riarrangiate alla propria maniera.

Al Festival di Cucinelli, Arrighini ha duettato con Gabriella su Puccini e Rossini, Gounoud e Bizet, Verdi e Händel. Consentendo alla Zanchi di raccontare5 Un duo eccezionale che girerà l'Europa-2 un’ampia tipologia di donne, dalla mite alla virago. Gabriella si è messa in gioco. Forse ricordando che la Scuola Comunale di Musica di Città di Castello è intestata proprio a Giacomo Puccini. L’accostamento classica-jazz è risultato straordinariamente efficace. I due artisti hanno dialogato in proficua sinergia. Dimostrando, inequivocabilmente, il superamento dei generi in nome di un sincretismo sentito e audacemente interpretato.

Alla fine dell’esibizione l’abbraccio di Catharina Scharp, insegnante di canto lirico. “In questo periodo di pandemia – racconta – Gabriella ha studiato intensamente. Lo prova questa straordinaria e difficile performance a Solomeo”. Ed è impossibile non lasciarsi effigiare insieme alla sua amata pupilla (foto).

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Festival Villa Solomei. Quando lirica e jazz s’incontrano in Piazzetta. Spopola il duo Zanchi-Arrighini

PerugiaToday è in caricamento