Fermentum Umbrae, comincia la festa: il festival perugino delle birre artigianali apre i battenti

Fino al 5 maggio degustazioni, conferenze, 20 birrifici e la novità della lattinatrice

Aperte le spine: Fermentum Umbrae, il festival perugino delle birre artigianali, è stato inaugurato e aspetta il suo pubblico fino al 5 maggio nel complesso monumentale di San Pietro con venti birrifici italiani e stranieri, oltre 100 birre artigianali, tre pub coinvolti, nove workshop, due conferenze e la novità della lattinatrice.
A spillare la prima birra, venerdì 3 maggio, è stato il sindaco Andrea Romizi, accompagnato dagli assessori Michele Fioroni e Cristina Bertinelli.

Fino a domenica, dalle 12 a mezzanotte, sarà così possibile accedere alla zona degustazione all'interno di San Pietro (in caso di pioggia, allestite area coperte), per testare le specialità dei mastri birrai ospiti della manifestazione, provenienti da tutta Italia, ma anche da Belgio, Germania e Inghilterra.

Fermentum Umbrae, infine, non mancherà di stupire il suo pubblico con la novità di questa edizione: la possibilità, grazie a una esclusiva nazionale, di vedere all'opera una speciale “lattinatrice”, una macchina per il riempimento e la chiusura delle lattine, che consentirà di tornare a casa con la propria birra artigianale preferita direttamente in lattina.

L'ingresso è gratuito e per accedere alle degustazioni sarà fornito uno starter pack, un pacchetto composto da bicchiere, portabicchiere e lista birre che comprende già due gettoni per le degustazioni. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus in Umbria, la mappa al 30 novembre: tutti i dati comune per comune

  • Coronavirus in Umbria, la mappa al 29 novembre: tutti i dati comune per comune

  • Coronavirus in Umbria, la mappa al 27 novembre: tutti i dati comune per comune

  • Coronavirus in Umbria, la mappa al 2 dicembre: tutti i dati comune per comune

  • Coronavirus in Umbria, la mappa all'1 dicembre: tutti i dati comune per comune

  • La Liguria ritorna in zona gialla mentre l'Umbria resta arancione: eppure i dati parlano chiaro, situazione migliore da noi...

Torna su
PerugiaToday è in caricamento