rotate-mobile
Venerdì, 24 Maggio 2024
Eventi Piazza Grimana

Festa europea della musica, concerto da applausi alla Stranieri

Secondo giornata di Festa europea della musica, celebrata alla Stranieri con un concerto d’eccezione. Nell’ambito del progetto “Omaggio all’Umbria” (main sponsor Rai con Unicef e Mibac) è stato proposto un ascolto di livello eccezionale. Accompagnato dal Maestro Stefano Ragni – docente a Palazzo Gallenga e al Conservatorio di Perugia – si è proposto il ventiduenne clarinettista Stefano Borghi, già premiato dal presidente della Camera dei Deputati Laura Boldrini.

Borghi ha suonato nei teatri più prestigiosi e ha vinto premi internazionali, con una carriera strepitosa. A Perugia ha suonato dalla classica a Piazzolla a Gershwin, con una czarda di straordinario appeal. Per il canto, la nostra Chiara Giudice. Che si propone sempre con un repertorio operistico, filtrato dalle maglie strette del Lirico Sperimentale di Spoleto e del pubblico giapponese che non fa sconti.

Chiara esegue concerti di ambito sacro ed è una splendida Mimì, una delicata Suo Angelica, una credibile Tosca, un’efficace Santuzza. Ha cantato da Seattle a San Francisco, da Los Angeles ad Amsterdam, da Breda a Bruxelles. Diplomata in pianoforte e canto, porta alto nel mondo il nome del Grifo. Nell’Aula Magna di Palazzo Gallenga ha proposto, tra l’altro, un “Oh mio babbino caro”, dal “Gianni Schicchi” pucciniano, con intensità e ironia.

Di Stefano Ragni, pianista di vaglia e acclamato affabulatore, si può dire che, anche in questa circostanza, non ha mancato di presentare con spigliatezza e autoironia, doti che ne fanno un personaggio di spicco del milieu musicale e culturale della Vetusta.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Festa europea della musica, concerto da applausi alla Stranieri

PerugiaToday è in caricamento