rotate-mobile
Giovedì, 18 Agosto 2022
Eventi

Fa' la cosa giusta! Umbria, torna l'appuntamento con la fiera del sostenibile. Le novità

L'evento si svolgerà a Umbria Fiere dal 15 al 17 novembre. Il programma

C'è anche un consumo consapevole. Fa' la cosa giusta! Umbria lo riunisce in un unico  spazio, culturale e commerciale. A Umbria Fiere (padiglione 7 e 8) la sesta edizione della manifestazioen con 220 stand di prodotti buoni e naturali divisi in 10 aree tematiche: dall'abbigliamento alla cosmesi, dai servizi al food, dall'arredamento al mondo dell'infanzia. 

“Si tratta di una formula unica che vede per tre giorni, all'interno dei padiglioni, prodotti e contenuti, commercio ma anche cultura, laboratori e incontri e che si rivolge ai cittadini consumatori proponendo soluzioni e prodotti sostenibili per il vivere quotidiano" ha spiegato la presidente Nicoletta Gasbarroni. All'interno della fiera i visitatori potranno trovare tantissime eccellenze: la filiera della canapa italiana, il meglio dell'agroalimentare biologico, prodotti tipici dalle diverse regioni italiane, gli agricoltori di Cia Umbria e i prodotti di Natura Si, integratori naturali e benessere, accessori, gioielli e intere collezioni di fashion etico, arredamento sostenibile e design, risparmio energetico per casa e imprese, cosmesi naturale, nuovi prodotti vegan; abbigliamento, giochi e prodotti naturali per i bambini.

In tre giorni saranno oltre 200 appuntamenti gratuiti tra seminari, workshop, dibattiti, educazione e didattica, dimostrazioni, presentazioni, mostre, convegni, cooking show, laboratori pratici, qualità della vita, benessere del corpo e della mente, un programma riservato alle famiglie e alle scuole.

E così arriva in fiera, in cerca di partnership locali, il Pollaio social, dove non c'è nulla di virtuale, anzi, tutt'altro. Social sì, ma con un robusto e gradito ritorno alle tradizioni contadine e con l'adozione delle galline. E sì, eccolo l'aspetto social del progetto: le galline le curano gli ideatori del progetto con gli utenti (persone con disabilità cognitiva e relazionale) della cooperativa sociale Seacoop, e i privati cittadini possono adottarle, offrendo un sostegno economico e venendo poi a ritirare le uova fresche appena raccolte.Altro progetto molto interessante presente in fiera (e a breve disponibile in Umbria) è quello della cooperativa sociale Boschi vivi, una storia che nasce dalla volontà di importare in Italia un’alternativa ecologica alla tradizionale sepoltura che coniuga la commemorazione dei nostri cari alla cura e mantenimento del territorio boschivo.

Altri prodotti e sevizi: kit per auto prodursi gioielli ecologici, modelli virtuosi di assistenza sanitaria basati sul muto aiuto, finanza etica e prodotti biocompostabili in Mater-Bi.

E così, per citarne alcuni, si potranno testare le proprietà della spirulina, microalga coltivata in Italia, un integratore naturale; nuovi prodotti per la cura del corpo realizzati con latte d'asina e lumache; la cosmesi “viva” realizzata con emulsioni nano cellulari; nuovi prodotti vegan e molto altro. Presente in fiera un'intera area street food con il meglio del cibo di strada della tradizione regionale italiana, un bio bistrot; cibo, birra e gelato alla canapa e anche le cucine etniche di India e Thailandia. 

Alla conferenza stampa di presentazione sono intervenuti Paola Lungarotti, Sindaco del Comune di Bastia Umbra, che ha sottolineato come questo eventi rappresenti un'opportunità e allo stesso tempo uno stimolo per i cittadini e gli amministratori locali e ha evidenziato l'azione del Comune di Bastia che ha messo a disposizione gratuitamente le navette per portare in fiera ai laboratori gli studenti del Comune. Sandro Costantini, dirigente Servizio Energia, Ambiente, Rifiuti della Regione, che ha parlato dello sforzo e del sostegno della Regione che allestirà un'intera area pensata e realizzata per far toccare con mano ai cittadini (grandi e piccoli) i benefici (personali e collettivi) di una corretta raccolta differenziata. La Regione Umbria sarà presente con l'assessorato all'Agricoltura e all'Ambiente e con uno spazio dedicato al Turismo e ai cammini.

Fabio Mariottini, Arpa Umbria (partner scientifico della fiera), che ha ricordato di come Arpa sia presente dalla prima edizione perché questo è un evento unico, un laboratorio di buone pratiche che mette i cittadini di fronte alla concretezza di come sia possibile produrre e consumare in maniera sostenibile. In questo evento si concretizzano nei prodotti finali ragionamenti e istanze di sostenibilità.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Fa' la cosa giusta! Umbria, torna l'appuntamento con la fiera del sostenibile. Le novità

PerugiaToday è in caricamento