Perugia, una straordinaria raccolta di ex voto esposta alla chiesa del Gesù

Si tratta di reliquiari che risalgono tra la fine del Cinquecento e i primi del Seicento. Per vederli, occorre far presto

Una straordinaria raccolta di ex voto esposta alla chiesa del Gesù. Si tratta di reliquiari che risalgono tra la fine del Cinquecento e i primi del Seicento, quando la comunità Gesuita vi si insediò.

Poi, alla fine del Seicento, subentrarono i Barnabiti che conservarono gelosamente quegli antichi reperti.

Oggi sono in mostra quelli meno impattanti. Vale a dire, contenenti frammenti di ossa e di pelle. Con esclusione dei teschi e delle parti più tetre che sono conservate negli armadi della sacrestia.

È questa, forse, l’ultima occasione per vedere queste testimonianze storiche, perché a breve la chiesa verrà chiusa.

Sotto una grande tela che rappresenta i santi dell’Ordine, esposti sull’altare e nello spazio che lo fronteggia, decine di oggetti che incrociano fede popolare, credulità, storia, antropologia. È noto che il commercio delle reliquie denotò in negativo un filone commerciale fondato sull’equivoco e sulla mistificazione. Ma è altrettanto vero che le tante preghiere dei fedeli che a quelle reliquie si sono rivolti ha, per così dire, sacralizzato quegli oggetti di culto.

Un cartello, a proposito dei santi, ricorda: “Quello che un tempo essi sono stati, ora lo sei tu. Quello che essi ora sono potresti diventarlo tu, con l’aiuto di Dio e la tua buona volontà”. Ambizione troppo alta? Forse. Sta di fatto che, al di là della fede, si tratta di oggetti che documentano storia del cristianesimo e arte al servizio del sacro.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Uno spettacolo che merita di essere visto. Ma occorre sbrigarsi perché a breve la chiesa verrà conferita al Fec (Fondo Edifici di Culto) del Ministero dell’Interno. E non si sa se potremo ancora trovarla aperta.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Il buono postale regalato dalla nonna è scaduto e non pagabile, la nipote vince la causa

  • Perugia-Ancona, incidente tra auto e camion: muore 30enne

  • Fiera dei Morti, il Comune di Perugia pubblica l'avviso per gli operatori

  • Occhio allo smishing, la nuova truffa svuota conto corrente: basta rispondere ad un sms

  • Coronavirus in Umbria, la mappa al 20 settembre: tutti i dati comune per comune

  • Coronavirus in Umbria, la mappa al 21 settembre: tutti i dati comune per comune

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
PerugiaToday è in caricamento