In arrivo uno dei Festival musicali più attesi: ospiti famosi e un cartellone ricco di eventi

  • Dove
    Indirizzo non disponibile
    Castiglione del Lago
  • Quando
    Dal 28/06/2017 al 04/04/2017
    Orario non disponibile
  • Prezzo
    Prezzo non disponibile
  • Altre Informazioni

Dal 28 giugno al 4 luglio 2017 si svolgerà la tredicesima edizione del Trasimeno Music Festival organizzato dall’omonima associazione e con la direzione artistica della pianista canadese Angela Hewitt. Il Castello del Sovrano Militare Ordine di Malta a Magione - la Basilica di San Pietro, il Teatro Morlacchi, la Galleria Nazionale dell'Umbria a Perugia – la Chiesa di San Francesco a Trevi e il Teatro Signorelli a Cortona, accoglieranno grandi interpreti della musica classica di fama internazionale che nell’arco di una settimana si avvicenderanno sul palcoscenico in un’atmosfera serena, apprezzata dagli attenti spettatori provenienti da tutto il mondo.

Oltre Angela Hewitt, si esibiranno al TMF 2017: la Zurich Chamber Orchestra diretta da Sir Roger Norrington - la mezzo-soprano Anne Sofie von Otter - il quartetto d'archi Brooklyn Rider - i pianisti Janina Fialkowska, Jon Kimura Parker, Charles Richard-Hamelin - The Orlando Consort – il quartetto d'archi Gringolts Quartet – il clarinettista Calogero Palermo. Da sottolineare il "GRANDE EVENTO" previsto per il 1° luglio, data in cui si festeggerà  il 150° compleanno ufficiale del Canada. Il Teatro Morlacchi di Perugia ospiterà un concerto con quattro pianisti canadesi di fama internazionale: Janina Fialkowska, Angela Hewitt, Jon Kimura Parker, Charles Richard-Hamelin. Soli, duetti e brani trascritti per quattro pianoforti renderanno il programma molto interessante. Il festival propone al pubblico eventi musicali unici, concepiti appositamente per l’occasione ed altre iniziative collaterali.

Otto concerti nei sette giorni di svolgimento della tredicesima edizione; Un incontro con il direttore d'orchestra, Sir Roger Norrington intervistato dal giornalista canadese Eric Friesen. L'appuntamento è per il 29 giugno, ore 18, al Castello dei Cavalieri di Malta a Magione, ingresso libero per tutti i possessori di un biglietto per il concerto serale. Sir Norrington racconterà della sua vita in musica. Pioniere dell'approccio filologico alla musica antica, è uno dei musicisti più singolari ed entusiasmanti del panorama internazionale;

Un incontro con Madeleine Thien, autrice di romanzi e racconti brevi incentrati sulla memoria e sulla ricostruzione di momenti storici cruciali, pubblicati in tutto il mondo e vincitori di prestigiosi premi letterari. In Italia le sue opere sono edite da 66thand2nd, che il prossimo settembre pubblicherà il suo ultimo romanzo, Do not say we have nothing, finalista del Man Booker Prize, vincitore dello Scotiabank Giller Prize e del Governor General’s Award for English – language fiction. Leggendo il suo primo libro, Simple Recipes, Alice Munro ha dichiarato: “Senza dubbio l’esordio di una splendida scrittrice. Sono rimasta meravigliata dalla chiarezza, dalla confidenza della sua scrittura, e dalla sua purezza emotiva”. Il 1° luglio, al Teatro Morlacchi di Perugia (ore 16.30), la scrittrice dialogherà con Eric Friesen, raccontando il suo rapporto con la musica e il modo in cui esso viene declinato all’interno della sua opera. Madeleine Thien è nata a Vancouver nel 1974, anno in cui i suoi genitori si sono trasferiti in Canada dall’Estremo Oriente. Nel 2001 esce il suo primo libro, Simple Recipes, una raccolta di racconti che le vale l’inserimento nella short list del Commonwealth Writers’ Prize. Il successo internazionale arriva con Certezze (2006), uscito in Italia per Mondadori e tradotto in sedici lingue. L’eco delle città vuote, è stato pubblicato in Italia da 66thand2nd, che nel settembre 2017 pubblicherà l’ultimo romanzo della Thien, Do not say we have nothing, finalista del prestigioso Man Booker Prize.

Un "dibattito pre-concerto" con il quartetto d'archi Brooklyn Rider e Angela Hewitt che si terrà il 30 giugno (ore 20.30) al Castello dei Cavalieri di Malta a Magione; Un concerto "Anteprima festival" che si terrà il 27 giugno, presso la Piazzetta del borgo di San Savino, frazione di Magione, che si affaccia su Lago Trasimeno. Lì, si esibiranno giovani musicisti di talento che Angela Hewitt ha selezionato personalmente per le loro notevoli doti tecniche e la grande maturità musicale.

A proposito del Trasimeno Music Festival 2017, Angela Hewitt dichiara: "Quest'anno il programma è davvero molto vario, spaziando dalla polifonia rinascimentale alla musica contemporanea, con incursioni nella pop music. Ospiteremo come sempre artisti di grande talento, in un clima di amicizia e condivisione. Saremo ancora nella splendida Umbria, nelle città di Perugia, Trevi, Magione e torneremo a Cortona, al Teatro Signorelli.

Per il concerto d'apertura del Festival, il 28 giugno nella Basilica di San Pietro a Perugia, avremo uno dei miei ensembles preferiti, l'Orchestra da Camera di Zurigo, con il direttore emerito Sir Roger Norrington. Eseguiremo il medesimo concerto con il quale ho debuttato a Londra trent'anni fa, proprio con Sir Roger: il Concerto in re minore K. 466 di Mozart. Il Maestro ci entusiasmerà con le sue elettrizzanti interpretazioni dell'Ouverture dal Don Giovanni di Mozart e della Sinfonia Eroica di Beethoven (per proseguire con il ciclo delle sinfonie di Beethoven al Trasimeno Music Festival).

La sera seguente, dopo un'intervista con Sir Roger Norrington (ingresso libero per tutti i possessori di un biglietto per il concerto serale) proporrò un recital dedicato a Bach, al Castello dei Cavalieri di Malta a Magione, portando avanti l'integrale delle opere per tastiera del compositore per il quale sono maggiormente conosciuta - un programma che fa parte della Bach Odissey che eseguirò, nel corso di quattro anni (2016-2020), in giro per il mondo.

Il 30 giugno avremo due concerti: nel primo (pomeridiano, alla Sala Podiani della Galleria Nazionale dell'Umbria a Perugia) un sorprendente programma cross-over con il mezzosoprano Anne Sofie von Otter e il Quartetto piu "hip" del momento, i Brooklyn Rider - un programma realizzato appositamente per la Carnegie Hall di New York e che include musiche di Philip Glass, Björk, Elvis Costello e Kate Bush; nel secondo (serale, a Magione) suonerò la Sesta Partita di Bach e la Sonata op. 109 di Beethoven, mentre i Brooklyn Rider proporranno il Quartetto op. 95 "Serioso", ancora di Beethoven, e un brano composto nel 2008 da Colin Jacobsen, violinista del quartetto.

Sono estremamente felice che il 150° anniversario della fondazione del Canada si celebri il 1° luglio 2017. Questo mi darà la possibilità di presentare un evento molto speciale al Teatro Morlacchi di Perugia. Tre pianisti canadesi di fama internazionale (Janina Fialkowska, Jon Kimura Parker e Charles Richard-Hamelin) si uniranno a me per uno spettacolare concerto con quattro pianoforti (quattro Fazioli!), con soli, duetti e trascrizoni per quattro gran coda. Sarà un'occasione gioiosa, da non perdere! Nella stessa giornata, avremo un incontro con la scrittrice canadese Madeleine Thein, vincitrice di molti premi e finalista al Man Booker Prize dello scorso anno.

L'Orlando Consort (gruppo inglese formato da quattro voci maschili) ci offrirà una bella serata di polifonia rinascimentale nell'intima atmosfera della Chiesa di San Francesco a Trevi, il 2 luglio. Il concerto successivo sarà invece al Teatro Signorelli di Cortona, una serata di musica da camera con brani di Mozart e Brahms: avremo il Gringolts Quartet e il clarinettista Calogero Palermo (primo clarinetto dell'Orchestra del Concertgebouw di Amsterdam). Infine, il 3 luglio a Magione terrò il concerto di chiusura del Trasimeno Music Festival 2017, dedicato a due compositori che amo particolarmente, e dei quali sto registrando le sonate per l'etichetta discografica Hyperion: Scarlatti e Beethoven. Di Beethoven eseguirò la prima sonata (op. 2 n. 1 in fa minore) e la famosa "Waldstein" op. 53; di Scarlatti, alcune tra le sue vivaci, emozionanti e gioiose sonate, suddivise in due gruppi, musica che non cessa mai di piacere e stupire".

Il Trasimeno Music Festival è annoverato dalla stampa estera e nazionale come ”uno dei più prestigiosi festival in Europa” e come “uno dei migliori festival musicali in Italia”. Poiché moltissimi stranieri che frequentano il festival rimangono 8-9 giorni in Umbria, la manifestazione artistica riveste anche un ruolo di primo piano per la promozione e valorizzazione delle città e dei borghi in cui si tengono i concerti, dal punto di vista culturale, turistico e sociale. Oltre ai concerti, sono molto apprezzati dalle persone che frequentano il festival gli incontri  organizzati (uno per edizione) con SPECIAL GUEST internazionali come scrittori, autori di libri sulla musica, personaggi che si sono distinti in vari settori professionali. Sono già passati al TMF gli scrittori Ian McEwan, Vikram Seth, Julian Barnes e William Fiennes - i musicisti Michael Berkeley e Jeffrey Tate – lo storico photo editor di Life Magazine e The New York Times John G. Morris – gli attori inglesi Roger Allam e Simon Callow.

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti

A proposito di Manifestazioni, potrebbe interessarti

  • Gara di Bartocciate per il Carnevale 2020, sono aperte le iscrizioni

    • Gratis
    • dal 15 febbraio al 27 gennaio 2020
    • Circolo di Ponte d'Oddi

I più visti

  • Arriva al Morlacchi la "Tosca", è il progetto Grande Lirica Perugia

    • dal 9 febbraio al 27 gennaio 2020
    • Teatro Morlacchi
  • Vent'anni di Teatro Lyrick e una nuova stagione ricchissima

    • dal 20 ottobre 2019 al 23 maggio 2020
    • Teatro Lyrick
  • Jazz Club Perugia, comincia la lunga (e ghiotta) stagione del jazz

    • dal 8 novembre 2019 al 30 aprile 2020
    • Sina Brufani e Teatro Morlacchi
  • Nel 2020 arriva a Perugia "Comic", prima rassegna di stand up comedy

    • dal 31 al 27 gennaio 2020
    • Sala dei Notari
  • Potrebbe interessarti

    Torna su
    PerugiaToday è in caricamento