Eventi

Un’escursione al peruginissimo Monte Malbe: una giornata all'aria aperta per scoprire i nostri paesaggi

Si chiama “I Cappuccini del Malbe”, l’iniziativa di domenica 9 dicembre. Un’escursione a Monte Malbe con L’Aiser

Si chiama “I Cappuccini del Malbe”, l’iniziativa di domenica 9 dicembre. Un’escursione al peruginissimo Monte Malbe con L’Aiser (Associazione Italiana Sciescusionismo Escursionismo Racchetteneve). Un modo per conoscere il territorio e per socializzare all’aria aperta. Raduno al parcheggio del Pam alle 8:30 e auto lasciate al parcheggio dei Cappuccini. Una passeggiata di circa tre ore per 3 chilometri, con vestiario adatto alla stagione, oltre a cibi e bevande (“ferma stomaco e muovi gambe”).

Il nome Monte Malbe deriva da Mons albus (monte bianco) in cui il bianco si riferisce alle rocce calcaree, arricchite da carbonato di calcio, che ha formato i travertini dei quali sono costituiti mura e manufatti edili perugini. Il profumiere Carlo Sargenti ha creato anche una speciale essenza dal nome Malbus.

È da ricordare che nella parte alta del monte, fino a Cenerente, affiorano i terreni del Triassico superiore di oltre 200 milioni di anni fa. Il calcare cavernoso era utilizzato per realizzare aiuolette di giardini. In tempi geologici più recenti (8 milioni di anni fa) l’antico Tevere giungeva a Perugia, biforcandosi all’altezza di Perugia nell’antico Lago Tiberino, formando il mandorlato perugino ma anche le antiche cave di Santa Sabina da cui sono stati tratti i conci per la costruzione dell’Arco Etrusco.

Con l’occasione si rinnoveranno le tessere dell’Aiser, assecondati dallo stornello: “Pé ogn’anno 10 eurino / è da facce m pensierino / c’ém le tessere novelle / tu vedeste quant’èn belle!”.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Un’escursione al peruginissimo Monte Malbe: una giornata all'aria aperta per scoprire i nostri paesaggi

PerugiaToday è in caricamento