Eventi

Epifania di lusso alla Galleria Artemisia di via Alessi, coi canti delle Pasquelle umbre

Il programma prevede variazioni e affabulazioni in materia di questua: una costante dei canti dell’Epifania e del carnevale

Epifania di lusso alla Galleria Artemisia di via Alessi. Un modo per farsi gli auguri, prima della ripresa delle attività post festive. Pasquarelle a go-go, uscite dalla cornamusa e dagli organetti di Giuseppe Fioroni, dalla chitarra acustica di Norberto Paolucci e dalle percussioni (tamburelli, cucchiai, bacchette sul leggio) del Maestro Marcello Ramadori.

Il programma prevede variazioni e affabulazioni in materia di questua: una costante dei canti dell’Epifania e del carnevale. Si propongono, con giocosa levità, canti di raro sapere antropologico e di chiaro sapore nazionale e umbro. Si passa dalla “Strina” calabrese alla Pasquella di Gubbio, alla Pasquella Nursina. C’è persino una Pasquella nursina “sismica” che riporta il pubblico alla tragedia del terremoto.

I brani sono intervallati da brillanti presentazioni di Ramadori. Fra i numerosi ospiti e amici presenti, piace ricordare il peruginissimo Mario Ceccucci, figura di spicco della città d’Euliste, ricca di cultura e umanità.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Epifania di lusso alla Galleria Artemisia di via Alessi, coi canti delle Pasquelle umbre

PerugiaToday è in caricamento