menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Divagazioni letterarie sulla luna e i corpi celesti al Museo archeologico nazionale dell’Umbria

Venerdì 9 agosto a Manu una conversazione sulla luna attraverso le pagine di Aristotele, Dante, Galileo e, le prime mappe del XVII secolo. A seguire osservazione astronomica dal chiostro di San Domenico

Venerdì 9 agosto, alle ore 21, introdotta dalla direttrice Luana Cenciaioli, si svolgerà al Museo archeologico nazionale dell’Umbria una conferenza di Maurizio Caselli su “Il corpo della luna, i passi della conquista” ispirata dall’omonima mostra (da poco conclusasi per la pausa estiva, ma riaprirà il prossimo 23 settembre) allestita alla Biblioteca comunale Augusta di Perugia in occasione del 50° anniversario dello sbarco sulla luna.

Appassionato di astronomia ed esperto in didattica e divulgazione, Caselli sarà affiancato da Francesca Grauso che illustrerà immagini di manoscritti e di antichi libri a stampa. La conversazione ripercorrerà parte delle principali pagine in cui è stata suddivisa la mostra (la luna di Aristotele e Dante, Galileo, le prime mappe del XVII secolo) con l’intento di spiegare che il corpo del satellite, nell’immaginario prima e nella conoscenza poi, ha subito una trasformazione epocale divenendo, da corpo celeste etereo e incorruttibile, pietra nuda e solida sulla quale l’essere umano ha potuto posare il piede.

Al termine, dall’interno della suggestiva cornice del chiostro, si potranno osservare con un telescopio la luna e il pianeta Giove.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Coronavirus, bonus di 2400 euro: ecco a chi spetta

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

PerugiaToday è in caricamento