Spello e i suoi tesori storici e culturali in mostra a Firenze

L'evento patrocinato dal Ministero per i beni e le attività culturali dal 21 al 23 febbraio vedrà a Firenze convenire tutti gli appassionati del turismo archeologico e culturale; Spello tra i siti protagonisti

La Villa dei Mosaici di Spello e la città tutta  con i suoi itinerari storico-artistici, archeologici ed enogastronomici tornerà aTourismA – Salone dell’Archeologia e del Turismo culturale, l’evento patrocinato dal Ministero per i beni e le attività culturali che dal 21 al 23 febbraio accoglierà al Palazzo dei Congressi di Firenze migliaia di appassionati e specialisti del turismo legato al mondo antico. 

Le finalità di questo progetto di promozione culturale del terriotio sono state illustrate in una conferenza stampa svoltasi alla Villa dei Mosaici di Spello, con il sindaco Moreno Landrini, il vice sindaco e assessore alla valorizzazione Beni culturali Guglielmo Sorci, l’assessore alla cultura e turismo Irene Falcinelli, di Michela Giuglietti, responsabile di Sistema Museo e di Umberto Natale rappresentante della Pro Spello.

Il Comune di Spello, in collaborazione con Sistema Museo, ha scelto di essere presente a TourismA con uno stand espositivo per far conoscere la città e le possibilità che offre: archeologia, arte, storia, natura e enogastronomia per un pubblico sempre più esigente e attento all’esperienza proposta.

Nello stand verranno posizionati grandi pannelli fotografici a parete e un desk su cui sarà esposto il materiale informativo dedicato, in particolare, alla Villa dei Mosaici, l’eccezionale scoperta archeologica che a quasi due anni dalla sua inaugurazione conta ben 37mila visitatori. E per i curiosi ci sarà un’esperienza totalmente immersiva con l'Oculus Virtual Tour per un viaggio nella realtà virtuale di duemila anni fa. 

Il Salone sarà l'occasione per presentare l’edizione 2020 dei Petali di Spello, il calendario degli eventi culturali, sociali e promozionali della città definito proprio in questi giorni. Anche quest’anno, la pubblicazione in italiano e in inglese, si propone di promuovere in maniera integrata le proposte culturali e turistiche attraverso una comunicazione emozionale che si avvale di strumenti appositamente pensati per il turista che sceglie di visitare la città e viverla in ogni suo aspetto.

Protagonisti della brochure tascabile sono i 12 appuntamenti dell’anno, uno per ogni mese, identificati con 12 petali che compongono un fiore colorato. Il progetto di valorizzazione della Città d'Arte e dei Fiori e dei suoi abitanti che, a vario titolo, diventano gli attori protagonisti delle varie manifestazioni, si consolida anche nel nome Petali di Spello che oltre a rendere omaggio all'evento principe della città, Le infiorate del Corpus Domini, esprime l'acronimo Promozione Europea di un Turismo Amante dei Luoghi Identitari. Nel dettaglio, i Petali di Spello, sono “capitanati” dal Festival del Cinema Città di Spello – Spello e i Borghi Umbri, la Rassegna- Concorso le Professioni del Cinema dedicata ai professionisti che operano “dietro le quinte” in programma dal 28 febbraio all’8 marzo. I successivi petali sono Subasio con Gusto (13-15 marzo), Via Crucis D’autore – Pasqua 2020, Finestre, Balconi e vicoli fioriti (maggio-agosto), I giorni delle Rose  (29-31 maggio), Le Infiorate di Spello (13-14 giugno), Hispellvm (24-26 luglio), Incontri per le Strade (agosto), PASSAparola – leggi, gusta, pensa… Rassegna Letteraria Città di Spello (ottobre- maggio), L’Oro di Spello – Festa dell’Olivo e Sagra della Bruschetta (13-15 novembre), Spello in festa – Natale & dintorni (Natale), Spello Splendens (28 dicembre/3-5 gennaio 2021).

Maggiori info a breve disponibili sul sito ufficiale www.comune.spello.pg.it

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Spot
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, la mappa del contagio in Umbria all'1 aprile: tutti i casi per comune di residenza

  • Coronavirus, purtroppo altre 3 persone decedute negli ospedali di Foligno, Pantalla e Terni. Sono 24 in Umbria

  • L'Umbria apre tutte le sue bocche di fuoco contro il virus: test rapidi, 2mila tamponi al giorno e 25mila controlli mirati

  • Coronavirus, bollettino regionale del 29 marzo: 1023 contagiati, cresce il numero dei guariti, 'solo' in 46 in terapia intensiva

  • Coronavirus, quando finirà l'emergenza? Le previsioni per l'Umbria

  • Coronavirus, bollettino regionale Umbria 31 marzo: rallenta il contagio, aumenta invece il numero dei guariti

Torna su
PerugiaToday è in caricamento