menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Natale a Perugia, concerto e musicisti d'eccezione alla Sala dei Notari

Grande concerto (a ingresso libero) dell’Accademia degli Unisoni  ai Notari. La cultura musicale perugina del 2016 si pone in linea di continuità con l’antico

Grande concerto (a ingresso libero) dell’Accademia degli Unisoni  ai Notari. La cultura musicale perugina del 2016 si pone in linea di continuità con l’antico. Dall’Accademia degli Unisoni (1561) all’Associazione di cultura musicale odierna (2006) sono passati ben quattro secoli e mezzo, ma restano immutati l’entusiasmo e la passione che i vecchi e nuovi adepti riversano nell’esercizio concertistico e corale.

Nel quadro delle iniziative “Natale Perugia”, l’ensemble si è proposto con un concerto (“Et in terra pax”) di singolare impatto, cimentandosi con due cavalli di battaglia di notevole difficoltà interpretativa ed esecutiva: il “Dixit Dominus HWV 232” di Händel e il “Gloria, RV 589” di Vivaldi.

La compagine di 17 soprani, 11 contralti, 5 tenori e 4 bassi (solisti Federica Agostinelli, Letizia Pellegrino, Francesca Lisetto; Giuseppino Orselli e George Marselos) è stata accompagnata dall’ensemble strumentale cameristico, formato da una quindicina di elementi, offrendo una performance di caratura non comune. Sotto l’autorevole direzione del Maestro Leonardo Lollini, il concerto si è dipanato nelle sue canoniche scansioni. La chiarezza del programma, una volta tanto, ha impedito irrituali applausi nel corso dell’esecuzione. O è tutto merito di un pubblico autoselezionato, che conosce le canoniche scansioni di un concerto?

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

PerugiaToday è in caricamento