Cultura

Cantine Lungarotti, riapre il Muvit, Museo del Vino di Torgiano: un segnale di speranza per il territorio

Da sabato 20 Giugno i visitatori potranno tornare nello speciale museo che raccoglie oltre 3.500 reperti legati alla storia del vino

All'insegna della ripartenza dopo la pandemia da Covid 19, la cantina Lungarotti punta sul binomio enoturismo-cultura e riapre i battenti del Muvit (Museo del Vino di Torgiano), la più grande e completa esposizione italiana dedicata alla storia e alla civiltà del vino. Sabato 20 giugno i visitatori potranno infatti tornare in totale sicurezza. Con circa 3.500 reperti dislocati in venti sale, il Muvit della Fondazione Lungarotti descrive 5mila anni di storia della viticoltura mediterranea e del vino tra mito, alimento, medicamento, socialità e amore attraverso percorsi tematici che spaziano dalle attrezzature alle anfore, dalle ceramiche alle raccolte archeologiche, editoriali e opere artistiche dall’antichità ai giorni nostri.

Accanto alla storia e alla cultura non mancherà l'“Experience”, anche in chiave temporary, con pic-nic in vigna o immersi nella natura, tour virtuali alle cantine di Torgiano e Montefalco, visite guidate nei vigneti e degustazioni.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Cantine Lungarotti, riapre il Muvit, Museo del Vino di Torgiano: un segnale di speranza per il territorio

PerugiaToday è in caricamento