rotate-mobile
Cultura Citerna

Una mostra che ha il sapore del Trasimeno mescolata alla poesia del tramonto

Protagonista il Trasimeno fotografato quasi sempre di sera: dalla luce solare all’oscurità come una riflessione interiore. Il crepuscolo come emozione, energia, intensità, nostalgia. I tramonti del Trasimeno, noti in tutto il mondo per la loro bellezza, diventano arte grazie alla rilettura che ne fa

Sarà inaugurata sabato 20 settembre, alle ore 18,00, presso la Sala degli Ammassi del Comune di Citerna la mostra fotografica di Laura Fratini “Trasimeno:riflessi/segni/colori”, alla presenza della fotografa perugina, del Sindaco di Citerna, Giuliana Falaschi e dell’Assessore alla Cultura e promozione
Turistica, Giulia Gragnoli.

Protagonista il Trasimeno fotografato quasi sempre di sera: dalla luce solare all’oscurità come una riflessione interiore. Il crepuscolo come emozione, energia, intensità, nostalgia. I tramonti del Trasimeno, noti in tutto il mondo per la loro bellezza, diventano arte grazie alla rilettura che ne fa, attraverso il suo obiettivo, la fotografa Laura Fratini.

Cieli infuocati e paesaggi dell’anima. L’artista “studia” e “ricerca” le tracce, i segni, le tremule ombre scure sullo specchio d’acqua. Luoghi ripetuti più volte, osservati, analizzati secondo la quantità e la qualità della luce. Una fotografia che strizza l’occhio ai grandi maestri della pittura con i tramonti presi a filo d’acqua che riportano alla mente le opere di Monet sul variare della luce o gli studi che Kandinskij ha effettuato sul bilanciamento di linee e segni.

Laura Fratini osserva e registra le esili canne che vengono trasformate in elementi geometrici, punteggiature, righe. Grafismi che segnano l’acqua, che raccontano storie ma che sono anche rielaborazioni artistiche, affinché la foto non racconti solo quello che si vede ma anche un immaginario fatto di suggestioni. Immagini narrative più che descrittive poiché raccontano attraverso il rispecchiarsi dello sguardo la relazione fra il luogo e il tempo, fissando il lago in diversi momenti del giorno nel variare del colore, della luce e delle ombre: è il racconto del gioco infinito e sempre diverso che il cielo e il lago intrecciano.

Poi ancora i riflessi, i controluce, le superfici ghiacciate, i tramonti e il colore “vissuto” come elemento dinamico. L’artista definisce in questo modo una ricerca molto personale, un’indagine fotografica come ideazione creativa, figurativa, in cui il paesaggio diventa spesso “metapaesaggio” insieme al desiderio di raccontare e raccontarsi in una appassionante, affascinante esperienza di ricerca. “La promozione culturale e turistica del nostro territorio attraverso il sostegno di numerosi eventi
culturali di spessore è obiettivo primario dell’amministrazione comunale” ha detto l’Assessore alla Cultura e promozione Turistica, Giulia Gragnoli “La suggestiva cornice dello spazio espositivo degli Ammassi, ospiterà la mostra fotografica di Laura Fratini, un evento affascinante e da non perdere, che avrete la possibilità di vedere fino al 19 ottobre prossimo, a partire dalle ore 18,00 del 20 settembre con vernissage aperto a tutti. Vi aspettiamo numerosi”.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Una mostra che ha il sapore del Trasimeno mescolata alla poesia del tramonto

PerugiaToday è in caricamento