menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Il Museo Archeologico dell’Umbria inaugura sala per i bronzi etruschi di San Mariano

Saranno per la prima volta esposti integralmente, i bronzi etruschi di San Mariano rinvenuti nel 1882. Per l'occasione, il Museo Archeologico dell'Umbria inaugurerà una nuova sala espositiva per ospitare permanentemente i 275 reperti

Sarà inaugurata venerdì 16 gennaio, alle ore 16.30, la nuova sala espositiva al Museo Archeologico Nazionale dell’Umbria, allestita in maniera permanente con i bronzi etruschi di San Mariano. Rinvenuti nel lontano aprile 1882 nei territori di Corciano, saranno esposti per la prima volta integralmente: si tratta infatti di 275 pezzi di varia natura, di cui 180 posseduti dal Museo. Il complesso di materiali, in parte smembrato e conservato in vari musei europei, fu interpretato dal professor Vermiglioli, direttore del Museo di Perugia, come la sepoltura di un principe etrusco, esaltando la presenza di un sontuoso carro trionfale.

Le approfondite ricognizioni dei reperti, funzionali alla nuova esposizione, non consentono in realtà di stabilire se si trattasse di un'unica sepoltura, o di una tomba di famiglia, o di più tombe, o di un nascondiglio di materiali preziosi, databili tra il 560 e il 500 a.C.

L'allestimento permanente, dotato di vetrine appositamente concepite ed autoilluminanti, offrono una lettura precisa del dettaglio dei singoli reperti, dando la possibilità, ai visitatori, di poterne saggiare la preziosa qualità dei manufatti.

Con i bronzi di San Mariano, offerti integralmente alla collettività, il Museo e la città si arricchiscono di un'altra preziosa testimonianza, resa fruibile grazie al contributo della Fondazione Cassa Risparmio di Perugia.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Coronavirus, bonus di 2400 euro: ecco a chi spetta

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

PerugiaToday è in caricamento