Festa della Donazione della Santa Spina, a Montone la tradizione si rinnova

  • Dove
    borgo medievale
    Indirizzo non disponibile
    Montone
  • Quando
    Dal 20/08/2020 al 23/08/2020
    Orario non disponibile
  • Prezzo
    Gratis
  • Altre Informazioni
    Sito web
    comunemontone.it

Quattro giorni di festeggiamenti a Montone, dal 20 al 23 agosto, per immergersi nel clima, nei costumi ed i sapori del Medioevo con la “Donazione della Santa Spina”. Tutto ciò al fine di preservare la memoria e la tradizione del paese e dei suoi personaggi più illustri; rievocando Margherita Malatesta da Rimini, moglie del Conte Carlo Fortebraccio (figlio del celebre capitano di ventura Andrea Fortebraccio, detto Braccio da Montone), che tra il 1473 e il 1477 recò in dono ai Montonesi, di ritorno da una crociata combattuta al soldo della Serenissima Repubblica di Venezia, una spina della corona che trafisse il capo di Gesù Cristo.

La Donazione della Santa Spina nasce all’inizio degli anni ’60 come celebrazione religiosa e ostensione della stessa. Negli anni successivi si è sviluppata inserendo anche la sfida tra i Rioni di Montone: Porta del Borgo, Porta del Monte e Porta del Verziere, che si affrontano per aggiudicarsi il Palio ed eleggere la propria Castellana.

L'organizzazione della manifestazione è nelle mani del Consiglio della Pro Loco Montonese, con il contributo dell’Amministrazione comunale, ma l'evento coinvolge l’intera cittadinanza.

“Per questa edizione, nata dalle ceneri di una quarantena, si è optato per una festa ridimensionata secondo la normativa vigente sulla sicurezza sanitaria, nel rispetto più totale delle norme anti Covid – commenta Raffaele Bei, presidente della Pro Loco di Montone, che ha voluto comunque realizzare il Palio per poi donarlo all’Amministrazione comunale.

Nelle giornate della manifestazione, tra i caratteristici vicoli e la doppia cinta muraria medievale, sarà possibile assistere alle mostre che narrano la storia della rievocazione durante gli ultimi 60 anni, alla sfida tra gli arcieri in costume, all’esposizione di mestieranti, che propongono oggetti particolari creati con tecniche antiche; per poi ritrovarsi, la sera, dopo aver degustato un buon pasto sotto le stelle in prossimità dell’antico fortilizio di Braccio Fortebracci da Montone. Il tutto si conclude la domenica pomeriggio con la solenne cerimonia celebrativa della Santa Spina.

L’ottimo livello qualitativo raggiunto dalla manifestazione ha avuto dall’anno 2007 l’ambìto riconoscimento del patrocinio UNESCO, Commissione Nazionale Italiana.

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti

A proposito di Religione, potrebbe interessarti

I più visti

  • Notte europea dei Ricercatori: il 27 novembre tornerà in scena Sharper

    • Gratis
    • dal 27 novembre al 19 settembre 2020
    • Università degli studi di Perugia e Polo di Terni
  • La Villa dei Mosaici di Spello aperta no-stop fino a tutto settembre

    • dal 12 agosto al 30 settembre 2020
    • Villa dei Mosaici
  • "Passignano e il Trasimeno. Viaggio pittorico nel tempo che fu", la mostra artistica nella città lacustre

    • fino a domani
    • dal 29 agosto al 20 settembre 2020
    • Sala Consiliare
  • "Contaminazioni aliene" nell'Umbria contemporanea, a Palazzo Penna al via Art Monsters

    • dal 6 agosto al 11 ottobre 2020
    • Palazzo Penna
  • Potrebbe interessarti

    Torna su
    Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
    Play
    Replay
    Play Replay Pausa
    Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
    Indietro di 10 secondi
    Avanti di 10 secondi
    Spot
    Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
    Skip
    Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
    Attendi solo un istante...
    Forse potrebbe interessarti...
    PerugiaToday è in caricamento