rotate-mobile
Venerdì, 21 Gennaio 2022
Cultura Assisi

Per un'economia "umana", in libreria il libro del vescovo di Assisi Sorrentino

Il "deficit di solidarietà" caratterizza la società attuale; il prof. Stefano Zamagni commenta: “Un libro affinché economisti e policy-maker tornino a fare i conti con il problema dei fondamenti”;

Continua ad interrogarsi sul rapporto tra etica ed economia, alla luce dell'insegnamento di Giuseppe Toniolo,  il vescovo delle diocesi di Assisi – Nocera Umbra – Gualdo Tadino e di Foligno, monsignor Domenico Sorrentino, con l'uscita in questi giorni del suo ultimo libro intitolato “Economia umana. La lezione e la profezia di Giuseppe Toniolo: una rilettura sistematica”, pubblicato da Vita e Pensiero, casa editrice dell’Università cattolica.

Dopo le tre anteprime a Foligno, Napoli e Roma, il volume di 368 pagine, che illustra la visione tonioliana del rapporto tra etica ed economia, sarà oggetto di ulteriori presentazioni e approfondimenti in diverse città italiane.

Di cosa parla il libro su Toniolo

Si tratta di una rilettura sistematica, dall’A alla Z, del pensiero di un economista che è stato leader del movimento cattolico tra Ottocento e Novecento. Un pensiero poco conosciuto e dimenticato, che torna oggi d’attualità, di fronte a una economia globale, indubbiamente cresciuta, ma ancora soggetta a sfide su questioni drammatiche come la disuguaglianza, la povertà e il dissesto ecologico. “Urge – scrive l’autore – un nuovo paradigma che superi la polarizzazione Stato-mercato, che ha portato a diversi modelli di economia rivelatisi insufficienti o unilaterali, tra i poli estremi dello statalismo oppressivo e del liberismo selvaggio”.

Il libro, composto dall’introduzione e 23 capitoli, si apre con la presentazione del professor Stefano Zamagni che denuncia la marginalizzazione subita dal Toniolo a cui monsignor Sorrentino, già postulatore della sua causa di beatificazione, restituisce il giusto spazio storico, scientifico e culturale. «Il Toniolo - scrive Zamagni - è stato votato all’ostracismo e all’oblio perché in anticipo sui tempi. Egli concepisce l’economia come un tutto organico, intimamente legato al cammino della civiltà. Insiste sulla necessità di definire le “leggi economiche” alla luce dei fondamenti antropologici, dei valori morali, del primato della società civile, della complessità storica. «È oggi acquisita la consapevolezza  – scrive Zamagni – secondo la quale il paradigma bipolare “stato-mercato” abbia ormai terminato il suo corso storico e che ci si stia avviando verso un modello di ordine sociale tripolare: Stato, mercato, comunità, vale a dire pubblico, privato, civile.  La modernità si è retta su due pilastri: il principio di eguaglianza, garantito e legittimato dallo Stato; il principio di libertà, reso possibile dal mercato. La post-modernità ha fatto emergere l’esigenza di un terzo pilastro: la reciprocità, che traduce in pratica il principio di fraternità».

Un pensiero molto attuale sulla società

L’attualità del pensiero del Toniolo, è ancora più evidente alla luce della pandemia in corso che ha messo a nudo la fragilità del sistema-mondo. Il rinnovamento dell’economia – e con essa della “teoria” economica – è un’urgenza improrogabile. “La mira del discorso di Sorrentino – scrive ancora Zamagni – è quella di sollecitare economisti e policy-maker a prendere atto dell’urgenza di tornare a fare i conti con il problema dei fondamenti”. “Appare evidente il deficit di solidarietà, con un paesaggio economico a più velocità, con una forbice sempre più accentuata tra i pochi che possiedono la massima parte della ricchezza mondiale – aggiunge il vescovo - e un grandissimo numero di poveri. La denuncia che, sullo sfondo della prima rivoluzione industriale, la Rerum novarum faceva, additando l’immenso numero di proletari costretti a una vita “poco men che servile”, si può ancora applicare a vaste regioni del mondo”. Di qui, come ricorda monsignor Sorrentino nel libro, l’iniziativa Economy of Francesco con la quale papa Francesco, il 1 maggio 2018, si è rivolto a giovani economisti, imprenditori e change makers, per invitarli a fare un “patto” per il rinnovamento dell’economia in senso più fraterno e solidale. Il libro si può trovare in tutte le librerie e sul sito della casa editrice.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Per un'economia "umana", in libreria il libro del vescovo di Assisi Sorrentino

PerugiaToday è in caricamento