Ameria Festival, si va avanti tra teatro, musica e cultura a norma anti Covid

La manifestazione culturale sta richiamando in Umbria pubblico anche da oltre regione e decide di portare avanti il cartellone nonostante l'emergenza sanitaria ancora preoccupante

Prosegue, nonostante l'incalzante emergenza sanitaria nazionale, l’ottava edizione dell’Ameria Festival, che prevede il pieno rispetto di tutte le norme di sicurezza per limitare il contagio da Covid, come sanificazione dei luoghi e distanziamento sociale.

Da Gershwin a Morricone

Un doppio pianoforte Steinway a gran coda, due giovani pianiste di livello nazionale e un carosello di opere e suggestioni che venerdì 23 ottobre, dal palco del Teatro Sociale, arriveranno direttamente al cuore del pubblico. Una serata interamente dedicata a due pietre miliari della musica moderna e contemporanea e, in modi diversi, protagonisti della storia del cinema: Ennio Morricone e George Gershwin. A proporre una rilettura originale e virtuosa di alcuni loro pezzi celebri, il due pianistico formato da Paola Biondi e Debora Brunialti, accompagnato dal maestro Aurelio Canonici, compositore e direttore d’orchestra.

Nel programma della serata, l’esecuzione delle più celebri colonne sonore nate dal genio del grande Morricone: da Mission e Nuovo Cinema Paradiso a  Il buono, il brutto e il cattivo;  da  C'era una volta il West a  C'era una volta in America. Non mancheranno gli incantevoli Six morceaux di Rachmaninov  e, per finale, la Rapsodia in blu di Gershwin.

“Il duello delle due regine”. La storia di Maria Stuarda

Sabato 24 ottobre è la volta della grande prosa. Si chiama “Toghe in giallo” ed è una compagnia teatrale composta da avvocati penalisti e giudici in carriera che ripropongono in tutta Italia alcune rievocazioni storico-giudiziare usando l’arte della drammatizzazione. Andranno in scena con lo spettacolo “Il duello delle due regine” ispirato al dramma di "Maria Stuarda" di Schiller. Una ricostruzione particolareggiata e profondamente aderente alla storia del processo-farsa voluto da Elisabetta d'Inghilterra contro Maria Stuart, regina di Scozia, sino al tragico epilogo.

“Abbiamo deciso di andare avanti - spiega il presidente della Società Teatrale, Riccardo Romagnoli – Sappiamo che la nostra è una scelta in controtendenza che riteniamo necessaria per combattere gli effetti depressivi del covid. La musica, il teatro e lo spettacolo servono a ridare all’arte la sua piena dignità, soprattutto in tempi drammaticamente complessi”.  

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus in Umbria, la mappa al 30 novembre: tutti i dati comune per comune

  • Coronavirus in Umbria, la mappa al 3 dicembre: tutti i dati comune per comune

  • Coronavirus in Umbria, la mappa al 29 novembre: tutti i dati comune per comune

  • Coronavirus in Umbria, la mappa al 2 dicembre: tutti i dati comune per comune

  • Coronavirus in Umbria, la mappa all'1 dicembre: tutti i dati comune per comune

  • La Liguria ritorna in zona gialla mentre l'Umbria resta arancione: eppure i dati parlano chiaro, situazione migliore da noi...

Torna su
PerugiaToday è in caricamento