Coronavirus, a Spoleto spunta l'ipotesi agosto per il 'Festival dei Due Mondi'

Si studia un programma ridotto per la 63ª edizione: la Fondazione aspetta un piano di fattibilità dal direttore artistico Ferrara per poi chiedere l'autorizzazione al Mibact

La sospensione è stata inevitabile a causa dell'emergenza coronavirus, ma la 63ª edizione del 'Festival dei Due Mondi' a Spoleto potrebbe essere stata solo rimandata di qualche mese. È questa la notizia che arriva al termine del consiglio di amministrazione della 'Fondazione Festival', che sta pensando a quattro giorni di programmazione tra il 27 e il 30 agosto 2020. Un programma ridotto rispetto a quello presentato ufficialmente dal direttore artistico Giorgio Ferrara il mese scorso, ma comunque un segnale che potrebbe essere importante per Spoleto e per tutta l’Umbria.

Coronavirus, la mappa aggiornata del contagio: tutti i casi comune per comune

Proprio Ferrara, nei prossimi dieci giorni, dovrà sviluppare una proposta, un sorta di piano di fattibilità legato agli spettacoli da inserire nel programma per quella che potrebbe essere la prima edizione, in oltre 60 anni di storia, organizzata in un periodo diverso da quello abituale (fine giugno-metà luglio) e per una durata inferiore ai tradizionali 16-17 giorni.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Cassa integrazione per i lavoratori della ex Pozzi: appello al Governo

La proposta, che quasi sicuramente vedrà tra le location Piazza Duomo, verrà presentata direttamente alla 'Fondazione Festival dei Due Mondi' che, una volta valutata e approvata, dovrà comunicarla al Ministero per i beni e le attività culturali e per il turismo (Mibact) per l’approvazione finale. Proprio per permettere a Giorgio Ferrara di seguire fino in fondo l’organizzazione della 63ª edizione il suo incarico è stato prorogato fino al 31 agosto 2020, con Monique Veaute che sarà il nuovo direttore artistico del Festival a partire dal primo settembre.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus in Umbria, la mappa al 18 ottobre: tutti i dati comune per comune

  • Coronavirus in Umbria, la mappa al 20 ottobre: tutti i dati comune per comune

  • Coronavirus in Umbria, la mappa al 15 ottobre: tutti i dati comune per comune

  • Coronavirus in Umbria, la mappa al 16 ottobre: tutti i dati comune per comune

  • Flash | Ordinanza regionale della Tesei: alternanza lezioni a distanza e da casa per studenti delle Superiori

  • La Tesei firma l'ordinanza: scuola, mezzi pubblici, assembramenti centri commerciali, alcol e stop sale slot

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
PerugiaToday è in caricamento