Eventi

Letteratura, teatro, cinema, arte e rievocazioni storiche. Entra nel vivo il Festival di Corciano

Il programma del 14 agosto

Prosegue all'insegna della contaminazione artistica la 56^ edizione del Corciano Festival. La seconda giornata della kermesse, venerdì 14 agosto, prende il via alle 18.30 al Chiostro del Palazzo Comunale, con il secondo appuntamento della sezione letteraria: Alvaro Fiorucci presenta il suo “100 delitti: l'Umbria in mezzo secolo di storia italiana” (Morlacchi editore, 2020). Un primo piano dei più efferati delitti umbri che emerge sul backstage della storia italiana degli ultimi cinquant'anni, disseminati di eventi che modificano l'agire umano e ne determinano i sanguinosi risultati, perché non c'è epoca che non sia segnata da sangue e non c'è geografia che non abbia il proprio archivio criminale. Insieme a lui ci sarà il Magistrato Giuliano Mignini, coordinati dall’editore Gianluca Galli.

Alle 21.30 in Piazza Coragino, per le rievocazioni storiche tra Medioevo e Rinascimento, va in scena la tradizionale Cerimonia del Lume: il dono del cero da parte della Magistratura corcianese alla chiesa parrocchiale di Santa Maria Assunta. Preghiere e laudi medievali a cura del Coro di Santa Maria Assunta di Corciano, direttrice Antonietta Battistoni.

A seguire, alle ore 22 sempre nella bellissima Piazza Coragino, è la volta dello spettacolo “Decameron, racconti d'amore in tempo di peste”, regia di Maurizio Schmidt, con: Claudio De Maglio, Luca Mammoli, Emilia Scarpati, Marco Sgrosso, Elisabetta Vergani. Musiche Sara Calvanelli, Leonardo Ramadori e i Menestrelli di Corciano diretti da Giovanni Brugnami (necessaria la prenotazione, Tel. 075 5188255).

Alle 22.30 al Chiostro del Palazzo Comunale, la proiezione del film Riprendimi (Docufiction 75', Italia, 2006), con la regia di Giovanna Brogna Sonnino, Premio della giuria DOC 2006 Torino Film Festival e Premio Ciak regia femminile al Festival Donna di Scena a Siracusa nel 2007. Nel film la regista racconta Catania dando avvio a una serie di storie legate da un unico filo conduttore: l'incontro tra diversità che genera storie inaspettate.

La mostra diffusa “Medialismi 2.0‘2.0. Impronte, corrispondenze, stendali, metessi & altre storie…”, ideata e curata di Gabriele Perretta, sarà in esposizione, ad ingresso gratuito, in 7 diversi luoghi di Corciano: Chiesa Museo di S. Francesco, Stanze del Palazzo Comunale, Spazi di affissione pubblica, Strade del Centro Storico, Museo Antiquarium (Corciano), Piazza Coragino, Chiostro del Palazzo Comunale.  

Dalle ore 20 l'apertura della Taverna del Duca per gustose cene con i presidi Slow Food e le eccellenze dell'Umbria.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Letteratura, teatro, cinema, arte e rievocazioni storiche. Entra nel vivo il Festival di Corciano

PerugiaToday è in caricamento