menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Un convegno speciale che evoca il mitico Frankenstein (tra esoterismo e scienza)

Un seminario  abbastanza inusuale quello che si terrà Venerdì 9 Marzo presso la sala convegni Hotel Michelangelo Palace, Viale della Stazione, 63 - 05100 Terni. Il patrocinio è del Comune e della Provincia di Terni. Titolo del convegno “Frankenstein, 200 anni dopo. Oltre l’umano: Rischio od opportunità”, organizzato in stretta collaborazione tra L’Accademia dei Filaleti ”Città di Terni ” e della Risp. Loggia del Grande Oriente d’Italia “Gaio Cornelio Tacito”.

Dopo il Saluto delle Autorità Istituzionali del Grande Oriente d’Italia, delle Istituzioni Civili e dei Rappresentanti degli Enti che hanno promosso l’iniziativa culturale accademica, interverranno il professor Giancarlo Seri, Presidente Nazionale dell’Accademia dei Filaleti,  Fausto Dominici, Docente presso il Liceo Classico “Tacito” di Terni, Presidente della Federazione Nazionale Insegnanti di Terni. Dopo le 16:00, la Prof.ssa Elisabetta Marino, Docente di Letteratura Inglese, Università di Roma Tor Vergata, con la relazione “Lo specchio infranto: Frankenstein di Mary Shelley”.

Alle 17:15,  Marco Riolfo, Docente Unitre di Genova, con “Frankenstein o memorie da un sottosuolo di un lettore”. Quindi (ore 17.45) Ivan Lanzillo, Psicologo Psicoterapeuta junghiano con “De (ultra) hominis digitate”.

Sarà poi la volta di Marco Rocchi, Docente di statistica medica Università di Urbino (“I limiti della scienza tra libertà di ricerca e principio di precauzione”), di Raffaele Federici, Docente di Sociologia dei Processi Culturali Università di Perugia (“La scienza incompresa: il mostruoso e il non logico”). Alle ore 19.15, richieste di chiarimenti e conclusione del lavori. 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

PerugiaToday è in caricamento