Sabato, 31 Luglio 2021
Eventi

Con le celebrazioni per il Sommo Dante, al Manu, la sfilata di moda diventa… divina

Sotto i riflettori il lavoro delle studentesse Helga Raspa, Francesca Gagliardini e Alessandra Stasi del Corso di Studi triennale in Design della Moda dell’Istituto Italiano Design.

Foto: Aurora Bernardini, Lisa Demetz

Con Dante, al Manu, la sfilata di moda diventa… divina. L’evento si lega alle iniziative nate sotto il brand “Dante in Umbria”. La sfilata dà conto degli esiti didattici proposti come bilancio dell’attività formativa dipanatisi per un intero anno accademico di IID. Sotto i riflettori il lavoro delle studentesse Helga Raspa, Francesca Gagliardini e Alessandra Stasi del Corso di Studi triennale in Design della Moda dell’Istituto Italiano Design. L’Istituto Italiano Design è un’Accademia privata, attiva da oltre un ventennio, meritatamente inserita nella classifica mondiale IMPACT THE del Times Higher Education di Londra, confermandosi nuovamente (per il 2021) nella top10 italiana. È l’unica privata al seguito della prima – l’Alma Mater di Bologna con i suoi 500 anni di storia – e top25 mondiale tra le università più sostenibili.

L’Istituto, in linea con la promozione degli Obiettivi di Sostenibilità delle Nazioni Unite, è riconosciuto portavoce del Made in Italy. Al suo attivo, partenariati con aziende, istituzioni e college in Cina, Canada, Kuwait e India. Helga Raspa, ha titolato ‘Inferno’, la propria collezione, marcata da tonalità forti ed orli bruciati, quasi a sentire ancora l’odore della fiamma sui capi. Il titolo della Collezione gioca su un ardito gioco di parole: “Resurr Action”. Francesca Gagliardini, per il Purgatorio, ha proposto la Collezione Vibes from Earth. Una capsule collection neutra, che si origina dalla Terra che divide inferi ed angeli, linea di demarcazione da cui tutto si origina e prende vita. 

Alessandra Stasi, per Paradiso, ha proposto la Collezione Share Your Spirit. Finalmente, libero da tutti i peccati, Dante può ascendere verso l’immateriale per una nuova rinascita, in armonia di forme, stili e cultura.  L’evento, presentato dalla Responsabile per le Relazioni Internazionali Benedetta Risolo, è stato curato dall’Art Director Antonio Becchetti in ogni dettaglio, dal casting iniziale alla scenografia e al sound design. Un modo per coniugare moda e cultura. Intendendo il termine nella sua valenza storica e socioantropologica.

Stiliste con Benedetta Risolo, con Carlo Pulsoni e la direttrice del Manu Maria Angela Turchetti-3

La prima foto ritrae il gruppo di lavoro insieme al professor Carlo Pulsoni, coordinatore, per il Comune di Perugia, delle iniziative dantesche, e Maria Angela Turchetti, direttrice del Manu e dell’Ipogeo dei Volumni. Le foto in gallery sono Copyright: Aurora Bernardini, Lisa Demetz.

Gallery

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Con le celebrazioni per il Sommo Dante, al Manu, la sfilata di moda diventa… divina

PerugiaToday è in caricamento