menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Civitella d’Arna, la fusione della campana si farà il 14 settembre

La fusione della campana (annullata per il maltempo) si farà il 14 settembre, alle 21, con le consuete modalità: una filologica rievocazione fra storia e… teatro

Civitella d’Arna. La fusione della campana (annullata per il maltempo) si farà il 14 settembre, alle 21, con le consuete modalità: una filologica rievocazione fra storia e… teatro. Lo afferma perentorio Lamberto Salvatori, presidente della pro loco arnense. Perché non basta un temporale, sebbene violento, a spegnere il sacro fuoco delle memoria di una collettività.

Non si poteva rompere una tradizione fortemente sentita. Così è stato comunicato il rinvio nel corso della “benfatta”, momento di condivisione e di bilanci.

Salvatori ha voluto pubblicamente ringraziare quanti si sono adoperai per il buon esito della manifestazione. A far capo dal gruppo di amici ivoriani i quali hanno curato l’assistenza al parcheggio dei veicoli. Sono venuti coi loro familiari a condividere questo momento di bilanci.

Nella circostanza è stata anche inaugurata la bella scultura, realizzata all’interno del parco Baldelli, dall’artista dello scalpello Franceso Tufo. Il quale ha utilizzato un blocco di travertino dell’iniziativa “Contadino, scultore della terra”. Ha rappresentato una radice, molto simile a una mano, dalla quale fuoriesce una piantina, segno della vitalità della natura e della sua integrazione con le attività umane. La radice poggia su un capitello a foglie corinzie, metafora del processo creativo dell’uomo nella storia delle civiltà. Il direttivo deciderà l’idonea collocazione dell’opera che si aggiunge a quelle realizzate dallo stesso Tufo e da altri giovani scultori open air.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

PerugiaToday è in caricamento