rotate-mobile
Eventi Città della Pieve

“Wine Music Green Festival", l'eccellenze di Umbria e Toscana si mettono in musica

Da venerdì 17 a domenica 19 maggio a Città della Pieve la prima edizione dell'evento che unisce vino, cibo e cultura

“Wine Music Green Festival" vuole accostare il mondo del vino a quello dello spettacolo, della cultura, dell’associazionismo e della gastronomia, non senza dimenticare i temi forti legati all’ambiente e alle sue opportunità.

E’ stata presentata stamani, infatti, la manifestazione che avrà per teatro, dal 17 al 19 maggio, a Città della Pieve, location perfetta tra quell’Umbria e quella Toscana che rappresentano l’area ideale dove convogliare le migliori eccellenze del territorio e offrire un variegato ventaglio di proposte in relazione tanto agli obiettivi degli organizzatori, quanto alle attese dei visitatori e turisti che saranno accolti da un ricco cartellone di appuntamenti nei tre giorni di svolgimento.

Promettendo una sicura e suggestiva esperienza sensoriale, il Festival è organizzato da Jean Luc Bertoni, Marco Pareti e Sara Tintori di Rtn Web Radio Tv, in collaborazione con le istituzioni locali, il Gal Trasimeno-Orvietano, il Distretto del Cibo “Trasimeno-Corcianese” e quello “Sud-Ovest Orvietano”, l’Ais Umbria, l’Urat, la Cooperativa Pescatori del Trasimeno di San Feliciano, la Strada del Vino dei Colli del Trasimeno, il “Rotary Club” pievese, “Trasimeno Eventi”, il “Consorzio Zafferano di Città della Pieve”, l’“Umbria Green Festival” e il supporto di Lts Insurance-Generali Magione, Chiusi e Castiglione del Lago e molte altre realtà imprenditoriali che hanno sposato l’iniziativa.

L’evento, che ha già usufruito di un’importante vetrina internazionale con apposita presentazione al “Vinitaly” di Verona nello scorso weekend, riscuotendo molti consensi (analoga presentazione è in programma anche nella sede romana del Parlamento Europeo), “è rivolto a tutti coloro che amano degustare del buon vino, abbinando l’ascolto di musica di livello, qualche incursione nel settore editoriale, tavole rotonde sulle tematiche “green” per capire come ridurre il nostro impatto sull’ambiente, reading poetici e accattivanti visite alle bellezze artistiche e naturali di un territorio, quello della Chiana, dell’Orvietano, del Trasimeno e delle zone limitrofe, che ovviamente abbondano”, hanno detto Marco Pareti e Sara Tintori per conto del comitato organizzatore.

A Città della Pieve, dunque, da una parte si potranno degustare molte eccellenze vitivinicole umbre e toscane figlie dei generosi territori e prodotte da alcune cantine di confine e dall’altra partecipare a numerosi momenti di approfondimento guidati e curato dall’Associazione Italiana Sommelier in alcuni palazzi storici dell’antico borgo, dove si potrà assistere anche agli incontri e agli spettacoli. “Si tratta di un ulteriore evento – hanno aggiunto i rappresentanti delle istituzioni regionali e comunali intervenuti – che valorizza il territorio pievese e più in generale lacustre, dando seguito al progetto di allargare l’offerta turistica ben oltre i mesi estivi. Un’occasione importante, dopo la riuscitissima mostra del 2023 sul Perugino, per implementare la forte attrattività di questa terra vicinissima a Toscana e Lazio attraverso l’argomento-vino che in questo momento suscita un interesse eccezionale. Ben venga dunque l’idea di abbinarci tante iniziative che completano la proposta di una realtà importante come Città della Pieve”.

A “Wine Music Green Festival” saranno presenti circa 25 cantine del territorio insieme ad alcune aziende o associazioni dell’eccellenza umbra in termini di prodotti o di servizi, quali lo zafferano pievese, l’olio extravergine di oliva, il miele delle colline del Trasimeno e perfino la birra, sia quella prodotta nell’area del Trasimeno che quella delle Suore del Monastero Benedettino di Sant’Anna di Bastia Umbra, ormai esperte produttrici nonché redattrici di un libro di antiche ricette monacali e particolarmente apprezzate grazie ad un noto programma televisivo dedicato alla cucina.

“Tutto questo – ha aggiunto Francesca Caproni, Direttore del Gal Trasimeno-Orvietano, tra i maggiori sostenitori della manifestazione – è frutto del grande lavoro di concetto degli ultimi anni tra le varie istituzioni, decise ad andare tutte in un’unica direzione. I numeri del turismo nel comprensorio lacustre sono ampiamente migliori di quelli del periodo pre-Covid e anche da questo evento ci attendiamo una grande risposta: l’idea di abbinare cultura e musica di alto livello con le eccellenze dell’enogastronomia locale non può che essere vincente”. Dello stesso avviso anche Romeo Pippi, presidente del Distretto del Cibo dell’area Trasimeno-Corcianese: “Siamo decisamente soddisfatti di fronte a un’iniziativa del genere: le imprese aderenti al nostro Distretto hanno raccolto di buon grado l’invito ad essere presenti per promuovere le proprie tipicità. Ma è chiaro che è tutto l’insieme a costituire un fortissimo attrattore turistico per far conoscere e quindi visitare ulteriormente questo lembo estremo di Umbria. Ben vengano questi abbinamenti in un appuntamento che non può essere solo circoscritto al buon bere”.

E infatti, da non perdere anche il tour cittadino rivolto al grande Maestro pittorico Perugino e gli spazi dedicati all’artigianato legato alla ceramica e all’associazionismo, con l’aspetto solidale in primo piano grazie al contributo della Misericordia di Città della Pieve e del laboratorio “Terrarte” di Città della Pieve, associazione formativa e ludica per persone diversamente abili, a cui il Rotary Club locale consegnerà un attestato per l’attività svolta.

Tornando agli spettacoli musicali, sono previsti mini-concerti itineranti pomeridiani per le vie del borgo, mentre le location ufficiali, dove si potranno effettuare degustazioni di vino prima delle esibizioni, saranno la Rocca perugina per i concerti del Trio Bourbon e il Teatro degli Avvaloranti per quelli della Lino Patruno Jazz Band, di “Sonidumbra” e “Lapa Nova Bossa”. Spazio, infine, anche alla multimedialità con il “lancio” di un video-racconto (che verrà distribuito anche nelle scuole a livello cartaceo) della storia “Tino e Tinella con gli amici in cantina”, realizzata dal 3D-artist Matteo Girolami su testi dello stesso Marco Pareti.

Per ulteriori informazioni è possibile visitare la pagina Facebook dell’evento WineMusicGreen Festival (https://www.facebook.com/profile.php?id=61558407935265) e le pagine social di RTN Web Radio-Tv (https://rtnradio.it/).

“Wine Music Green Festival” è soltanto la prima delle iniziative sul comprensorio del Lago Trasimeno per il 2024 organizzate da RTN Web Radio Tv, dall’associazione Europa Comunica Cultura e dalla casa editrice Bertoni Editore in collaborazione con il Gal Trasimeno-Orvietano e con le istituzioni di Città della Pieve e Tuoro sul Trasimeno. Nell’occasione, infatti, è stato dato anche l’annuncio della quarta edizione di “Giallo Trasimeno” in programma a Tuoro sul Trasimeno dal 30 agosto all’1 settembre e, tramite il curatore di “Poesia Edizioni” della Bertoni Ediore, Bruno Mohorovich, della terza edizione di “Poesia Trasimeno”, in programma sempre a Città della Pieve dall’11 al 13 ottobre. A breve verranno forniti i rispettivi programmi e regolamenti di partecipazione ai collegati concorsi letterari nazionali.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

“Wine Music Green Festival", l'eccellenze di Umbria e Toscana si mettono in musica

PerugiaToday è in caricamento