Circolo del Tempobono al Borgo Bello: ultima tombola della Piffanìa prima che “tutte le feste porti via”

Tutto secondo tradizione, al popolare Circolo che riunisce tanti soci in età

Circolo del Tempobono al Borgo Bello… ultima tombola della Piffanìa prima che “tutte le feste porti via”. Tutto secondo tradizione, al popolare Circolo che riunisce tanti soci in età. Merito del dinamico presidente Enzo Garghella che si adopera affinché tante persone non conoscano il disagio della solitudine. Organizzando pranzi e cene sociali, tombolate, tornei di carte (dalla briscola al burraco), momenti di sana condivisione.

Anche in occasione dell’Epifania 2020, l’Associazione non poteva sottrarsi all’obbligo di celebrare la solita tombolata con tanti premi, di carattere rigorosamente alimentare.

Commenti, “chiamate” di numeri dei quali si invocava l’uscita: dubbi amletici (“è scappato ’l ventisette?”), auspici e scongiuri. Il tutto in un’atmosfera di affettuosa socialità.

Alla consegna dei vari cestini contenenti leccornie dolci e salate, il fido Luciano esclamava il classico “Magna, Febo” (espressione augurale in lingua perugina), come dire “Goditeli in buon appetito!”. Altre espressioni colorite facevano riferimento a Monteripido e allo scaramantico numero 23.

Garghella ha organizzato una tombola un po’ tecnologica, con tanto di tabellone elettronico che segnalava – per i più lenti o distratti – i numeri usciti della pescata, effettuata dallo zelante Calimero. Solite battute dei delusi, all’indirizzo dell’estrattore: “Trezzeca!”, per significare “Agita il bussolotto!”. Alla fine hanno vinto tutti, almeno in termini di allegria.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Insomma: un pomeriggio, che ha fatto seguito a un pranzo luculliano, che invera l’affermazione del detto: “L’amicizia raddoppia le gioie e divide i dolori a metà”. Questo accade nella civilissima Perugia.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Il buono postale regalato dalla nonna è scaduto e non pagabile, la nipote vince la causa

  • Linea Verde Life fa tappa a Perugia ed elogia l’Antica Latteria di via Baglioni (le immagini)

  • Coronavirus in Umbria, la mappa al 20 settembre: tutti i dati comune per comune

  • Occhio allo smishing, la nuova truffa svuota conto corrente: basta rispondere ad un sms

  • Coronavirus in Umbria, la mappa al 21 settembre: tutti i dati comune per comune

  • Coronavirus in Umbria, la mappa al 19 settembre: tutti i dati comune per comune

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
PerugiaToday è in caricamento