menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Il Circolo Bonazzi non si ferma mai: concerto-evento a San Matteo degli Armeni

Le iniziative del Circolo Bonazzi non si fermano neanche d’estate. Ne è prova il grande evento, tenuto presso San Matteo degli Armeni, col pianista Josué Bonnìn de Góngora, compositore e brillante esecutore. Ne è stato promotore il gruppo degli amici spagnoli del pittore perugino Franco Venanti, fondatore (col fratello Luciano e con Gerardo Dottori) dell’associazione che ha celebrato il mezzo secolo di vita.

La figura e l’opera del pittore col Borsalino godono, nel mondo e nella cultura iberica, di una notorietà che induce alla scrittura di libri, di composizioni musicali e teatrali, di documentari, di studi critici, oltre che alla proposizione di convegni a lui dedicati. Come più volte avvenuto, l’arrivo a Perugia degli ospiti spagnoli si traduce in partecipatissimi eventi di carattere letterario, artistico e musicale. Prima del concerto, un folto gruppo di persone si sono ritrovate nel giardino e presso gli orti urbani di San Matteo, gestiti dai soci di Vivi il Borgo, la meritoria associazione che si adopera per il rilancio e la valorizzazione di questo antico rione della città.

Ma all’interno della Biblioteca (dove hanno sede i libri del filosofo nonviolento Aldo Capitini), erano tanti i perugini accorsi ad ascoltare il pianista madrileno, attivo a Los Angeles, Boston e New York, apprezzato anche come realizzatore di video e autore colonne sonore. Nell’intervallo tra prima e seconda parte, lettura di poesie dello scrittore Ilia Galàn, amico di Venanti e di Perugia.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

PerugiaToday è in caricamento