menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Quarto appuntamento della kermesse “A proposito di donne” allo Zenith

L’organizzazione ha proposto l’anteprima nazionale di “Anatomia del miracolo” di Alessandra Celesia

Per il quarto appuntamento della kermesse “A proposito di donne” al cinema Zenith, l’organizzazione ha proposto l’anteprima nazionale di “Anatomia del miracolo” di Alessandra Celesia. Il critico Andrea Fioravanti ha intervistato via Skype la regista che vive a Parigi. Alessandra Celesia ha raccontato l’esperienza napoletana con incontri speciali legati al culto della Madonna dell’Arco. Le tre donne protagoniste sono Giusy, antropologa in sedia a rotelle, Sue, pianista coreana, e Fabiana, una trans alla testa di un gruppo di fedeli.

Dice l’intervistata: “Sono personaggi e donne, come la Vergine ferita, a loro modo ‘lividose’, provate dalla vita. Sono rimasta per sei mesi a Napoli ed è stata un’esperienza densa d’umanità, non solo lavoro”. Aggiunge: “Faccio sempre lo stesso film, nel senso che sono al mio terzo documentario sulla condizione femminile”.

Quale il filo rosso che lega le tue opere? chiede Andrea.

“La riflessione sui propri limiti. Tanto che i personaggi del docufilm sono tre, ma riconducibili a uno solo, accomunati dalla durezza della vita”.

È un film religioso?

“No: racconta il miracolo che può avvenire all’interno delle persone”.

Quale il ruolo della musica e del sonoro?

“La musica e i suoni si sono gradualmente impadroniti del film, fino a diventarne i veri protagonisti”.

Come mai le registe sono meno dei registi?

“Un limite è costituito dalla maternità, che spesso impedisce viaggi, soggiorni all’estero, impegni pesanti. Non credo che le donne siano meno brave. Diciamo che la società non le favorisce”.

Appuntamento finale per lunedì 16 aprile.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Linfoma di Hodgkin, nuova terapia di precisione contro il tumore

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

PerugiaToday è in caricamento