menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Chiude, allo Zenith, la Rassegna "A proposito di donne"

Chiude la Rassegna “A proposito di donne” col film “Oltremare” di Loredana Bianconi, presente allo Zenith all’incontro col pubblico

Chiude la Rassegna “A proposito di donne” col film “Oltremare” di Loredana Bianconi, presente allo Zenith all’incontro col pubblico.

Il docufilm racconta una microstoria che s’interseca con la macrostoria. Dal piccolo paese romagnolo di Borgo Tossignano parte un consistente flusso migratorio verso le colonie dell’impero italiano in Africa. Siamo negli anni Trenta e gli emigrati si spingono alla ricerca del “posto al sole”, trovando… fin troppo sole, un ambiente ostile, ma anche un po’ di benessere, frutto di tanti sacrifici.

La storia illustra il lavoro, la vita, le opere e i giorni di imprese italiane che sfruttavano il lavoro della manodopera locale e di quella della componente italiana. Realizzando strade, scuole, ospedali, piazze e monumenti inneggianti al regime.

Tra questa gente, influenzata dalla propaganda di regime, c’erano anche anche dei parenti della Bianconi che ha recuperato fotografie, diari, documenti e confessioni di questi suoi cari.

Insieme alla parte privata, il film propone documentari dell’Istituto Luce, spogliati dei commenti reboanti e infarciti di ideologia fascista. Ne esce un quadro toccante della condizione di questi emigranti, non esente da atteggiamenti razzistici e prevaricatori. In assenza di donne al seguito, gli uomini si congiungono con donne locali, generando una messe di figli, spesso non riconosciuti e abbandonati. Non così si comporta lo zio dell’autrice che, deluso degli atteggiamenti razzisti dei suoi cari rimasti in patria, sparisce senza dare più segno di sé.

Andrea Fioravanti pone una serie di interessanti questioni che si legano alle modalità di realizzazione del documentario, meritatamente premiato in consessi nazionali e internazionali. Anche stavolta, la donna evocata nel titolo della kermesse, compare in duplice veste: quella dell’autrice e quella (l’africana) che rimane vittima di un disumano e insopportabile razzismo.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Linfoma di Hodgkin, nuova terapia di precisione contro il tumore

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

PerugiaToday è in caricamento