rotate-mobile
Mercoledì, 17 Aprile 2024
Eventi

"Il saggio di fine anno", Camihawke a Perugia e Assisi: "Qui trovo una famiglia ad accogliermi"

Creatrice digitale, conduttrice e scrittrice, Camilla Boniardi porta il suo spettacolo in Umbria dopo l'esordio della tournée nella sua Monza

La prima a Monza, "casa mia", poi la seconda "casa", Perugia, l'Umbria in generale. Inizia da qui il tour teatrale di Camilla Boniardi, in arte Camihawke. Che porta al Lyrick Theatre di Asssi, sabato 2 marzo, e al Morlacchi di Perugia, domenica 3, il suo spettacolo "Il saggio di fine anno". 

Uno spettacolo "corale" che vuole raccontare una generazione, composto da monologhi, spiega, che ha come obiettivo "quello di far ridere il pubblico". Camihawke nasce sul web, grazie ai social. Ma dai social esce con una variegata serie di esperienze professionali, dai programmi televisivi (ha, tra le altre cose, condiviso la cucina con Carlo Cracco in Nella mia cucina su Rai 2), alla scrittura di libri. "Proprio presentando il libro, l'idea di uno spettacolo teatrale ha iniziato a farsi strada. Perché le presentazioni, in alcune occasioni, si sono trasformate in improvvisazioni, poi alla fine apprezzate". E da lì, l'idea di dare una forma più definita a questa esperienza estemporanea. "Abbiamo fatto tre spettacoli a ottobre. Avevo molta ansia per questo debutto. Per fortuna è andata, e adesso ci troviamo con una vera e propria tournée da portare avanti. Parto da due situazioni per così dire più facili. La mia Monza, e poi l'Umbria che è diventata piano piano mia (Camilla è la compagna di Aimone Romizi, cantante dei Fast Animals & Slow Kids, ndr). Insomma, l'idea di avere, in questi primi passi, sempre una famiglia da cui tornare a fine spettacolo mi piaceva molto. E, alla fine, il calendario si è combinato proprio così. È andata bene". Al Morlacchi è già tutto esaurito da tempo, "è un teatro meraviglioso, in cui sono stata diverse volte, ma tra il pubblico. Questa volta sarò sul palco, una grossa emozione". 

"Il saggio di fine anno", dice, vuol essere un racconto corale di una generazione, dove si susseguono monologhi, "per il resto vorrei che il pubblico lo scoprisse vedendolo". Il giorno dopo l'esordio della tournée è tutto una corsa, ancora poco tempo per metabolizzare come sia andata a Monza, mentre c'è già un treno da prendere. Direzione: Perugia. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

"Il saggio di fine anno", Camihawke a Perugia e Assisi: "Qui trovo una famiglia ad accogliermi"

PerugiaToday è in caricamento