Giovedì, 23 Settembre 2021
Eventi Todi

Augusto Ciuffelli: un libro ricorda l'uomo, il politico e il funzionario a 100 anni dalla morte

Nativo di Massa Martana, legato indissolubilmente a Todi, fu deputato e ministro, sfiorando la carica di presidente del Consiglio

I due autori: Maiorca (a sx), Quaglietti (a dx)

Cento anni fa moriva Augusto Ciuffelli, funzionario statale, segretario particolare di Giuseppe Zanardelli, deputato e ministro. Nato a Massa Martana, resta legato nell’immaginario cittadino, a Todi. A lui sono dedicati una via e un istituto scolastico, mentre il suo palazzo, quello costruito con il lavoro di una vita, è ancora lì, nel centro cittadino.

Augusto Ciuffelli è un uomo ciuffelli-2che ha servito lo Stato come funzionario e come politico, mettendo al servizio dell’Italia le sue competenze di meticoloso organizzatore durante al Prima guerra mondiale contribuendo alla riscossa militare grazie al rinnovato sforzo nella produzione bellica con attraverso una nuova logistica per supportare le truppe e accettando anche il sacrificio di un figlio, morta da eroe nei giorni di Caporetto.

Ciuffelli si è occupato, per la sua terra, di viabilità stradale e ferrovie (suo l’intervento risolutivo per la Ferrovia Centrale Umbra), del potenziamento dell’industria siderurgica ternana e dell’istruzione nelle campagna. Nato a Massa Martana il 23 novembre del 1856 sotto lo Stato Pontificio, è stato uno degli uomini politici umbri che ha fatto la storia dell’Italia unita insieme con Romeo Gallenga e Cesare Fani. Un nome, quello di Ciuffelli, che ricorre frequentemente nelle memorie e nei carteggi di Antonio Labriola, Ivanoe Bonomi, Luigi Albertini, Antonio Salandra, Benito Mussolini, Luigi Sturzo, Filippo Turati, Olindo Malagodi, Luigi Einaudi, Ferdinando Martini, Gaetano Salvemini, Giovanni Giolitti, Sidney Sonnino, Giovanni Amendola.

Il volume “Augusto Ciuffelli, un umbro al servizio dello Stato” di Pier Francesco Quaglietti e Umberto Maiorca (Edizioni Sì), nasce con l’intenzione di presentare ai cittadini di Todi, come di Massa Martana, un personaggio che ha portato lustro alle due cittadine umbre (basti pensare che è grazie all’interessamento di Ciuffelli che l’architetto Cesare Bazzani mise mano al progetto di riordino urbanistico della scalinata del San Fortunato).

Grazie ad un meticoloso apparato bibliografico e archivistico (per alcune parti inedito e mai studiato), si ripercorre la vita e le opere del politico tuderte di adozione, ricostruendo i passaggi salienti del suo impegno per la regione natia e mai dimenticata, nonostante il lungo peregrinare per l’Italia, come prefetto a Siena o in Sardegna, fino all’importante incarico di primo governatore italiano di Trieste liberata, nel 1918.

Il volume in questione è solo un tassello della storia di un uomo, un primo gradino per chi vorrà conoscerne le vicende umane e politiche, che si interseca con quella di una nazione e di una città.

Gallery

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Augusto Ciuffelli: un libro ricorda l'uomo, il politico e il funzionario a 100 anni dalla morte

PerugiaToday è in caricamento