rotate-mobile
Eventi

INVIATO CITTADINO Auditorium Marianum. Il melologo è servito

Per i Concerti del Mattino il trittico borgesiano “Tre finzioni”

Auditorium Marianum. Il melologo è servito. Per i Concerti del Mattino il trittico borgesiano “Tre finzioni”. Ultimo Concerto del mattino con Luca Tironzelli (voce recitante) e il pianista Enrico Bianchi. Tironzelli legge “La forma della spada”, “Il miracolo segreto”, “Le rovine circolari”, dalla raccolta ‘Finzioni’ di Jorge Luis Borges.

“Un autore – spiega Luca – che si presta al racconto in musica”. “Non a caso – aggiunge l’attore-musicista – il prototipo del genere melologo fa capo a un autore amato da Borges, come Edgar Allan Poe (ricordo con rimpianto “Cuore rivelatore” messo in scena dall’amico Giorgio Straccivarius, all’anagrafe Silvano Cenci, qualche decennio fa. Ndr)”.

Ma cos’è il melologo?

Un genere che si pone fra teatro e musica, senza però che un’arte sia ancillare rispetto all’altra. Anzi: sinergizzandosi a vicenda. Nel senso che ‘una sostiene ed enfatizza’ l’altra.

Sulla scia degli aedi

E non è un caso che il genus risalga addirittura al mondo greco, quando gli aedi erano insieme musicisti e cantori e la stessa poesia omerica non poteva prescindere dalla metrica e dalla melica, ossia dal canto.

Borges-Omero. Solo coincidenza?

E non è forse un caso che lo stesso Borges sia stato affetto, in età matura, dalla cecità. Lo stesso problema che, secondo la tradizione popolare, avrebbe colpito il mitico cantore Omero (della cui esistenza storica si dubita addirittura), il cui nome viene ricondotto al greco “o mè oròn”, alla lettera: “colui che non vede”.

L’opinione del musicista Enrico Bianchi.

“Musica che non è accompagnamento, inteso come elemento accessorio e marginale. Fin dal Settecento queste ‘parafrasi musicali del testo’ andarono per la maggiore. Esiste, insomma, una polifonia che attraversa le esperienze di Schumann e Schubert, Liszt, Strauss e Stravinskij”.

Un concerto speciale che ha attirato e coinvolto i soliti frequentatori ed estimatori dell’esperimento voluto dal direttore del Girolamo Frescobaldi Guido Arbonelli.

Agli appuntamenti del 2022, nel corso dei quali ne vedremo, e ne sentiremo, delle buone e delle belle.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

INVIATO CITTADINO Auditorium Marianum. Il melologo è servito

PerugiaToday è in caricamento