menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Aspettando il Palio di Perugia, tutti i convegni fino a giugno: poesia, erboristeria, arte militare e storia

In attesa della manifestazione storica dell’11 e 12 giugno prossimo, proseguono gli appuntamenti di approfondimenti nell’ambito di Perugia 1416. Il prossimo incontro, previsto per giovedì 31 marzo alle 21,00 alla Sala dei Notari, sarà un viaggio ideale tra le Porte, i Borghi, i Rioni e il contado di Perugia tra il 400 e l’800, attraverso le carte ma anche le testimonianze storiche, in compagnia del Professor Emidio De Albentiis dell’Accademia di Belle Arti Pietro Vannucci.

Quindi si proseguirà mercoledì 13 aprile (ore 17,30) alla Sala Sant’Anna con l’incontro a cura dello storico e saggista fiorentino Niccolò Capponi, in collaborazione con la Fondazione Ranieri di Sorbello, dal titolo “Nostro parente terror d’ogni gente”. Braccio e i bracceschi nella politica fiorentina. L’appuntamento successivo sarà, invece, nella Biblioteca storica dell’ABA, giovedì 21 aprile alle 17,30. Il Direttore dell’Accademia Paolo Belardi e il Professor Riccardo Serraglio della Seconda Università di Napoli ci parleranno della città del 400 e i suoi landmarks, in collaborazione con la Seconda Università di Napoli e l’Università degli Studi di Perugia.

Incentrata sulle piante medicinali nel Medioevo, sarà invece la conferenza del prof. Giuseppe Frenguelli di Giovedì 28 aprile alla Sala Sant’Anna (ore 17,30), realizzata in collaborazione con l’Università di Perugia e il Cams, che sarà seguita anche da una visita guidata all’Orto Medievale di San Pietro, a cura di Cristina Galassi.

Tre incontri di Perugia 1416 anche nel mese di maggio, rispettivamente giovedì 12, 19 e 26, sempre alla Sala Sant’Anna e sempre alle 17,30.Il primo (Giovedì 12 maggio) sarà un approfondimento sullo Stato della Chiesa al tempo di Braccio, a cura di Giovanna Giubbini e Alberto Maria Sartore, in collaborazione con l’Archivio di Stato di Perugia. Nel secondo, invece, (Giovedì 19 maggio) il comandante del Comando militare Esercito Umbria, Riccardo Caimmi, analizzerà più da vicino l’arte militare e le armi al tempo di Braccio, in collaborazione con l’Università di Perugia e l’Esercito Italiano.

L’ultimo incontro di maggio, giovedì 26, sarà quindi dedicato a Braccio e la sua presenza sulle sponde del Lago Trasimeno, a cura di Pier Giorgio Manciola, professore di Ingegneria delle Acque dell’Università di Perugia. Per il mese di Giugno, infine, prima della manifestazione dell’11 e 12 in centro storico, gli ultimi due appuntamenti di questo primo ciclo saranno venerdì 3 e lunedì 6.

In particolare, venerdì 3 alle 17,30 alla Sala Sant’Anna lo storico dell’arte Mirko Santanicchia illustrerà le Arti “minori” nella Perugia del primo Quattrocento, in collaborazione con l’Università degli Studi di Perugia, con la quale è realizzato anche l’appuntamento di lunedì 6 giugno alle 21,00 alla Sala dei Notari. Il Professore Enrico Menestò, studioso della storia e della letteratura del Medioevo, approfondirà quello che era l’ambiente politico e spirituale in Umbria a cavallo tra il Trecento e il Quattrocento.

Gli incontri di Perugia 1416 proseguiranno anche dopo l’11 e 12 giugno, con un secondo ciclo di conferenze finalizzate alla conoscenza della storia cittadina sotto i suoi tantissimi e molteplici aspetti, grazie alla collaborazione con le principali istituzioni culturali cittadine e associazioni culturali locali.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

PerugiaToday è in caricamento