Eventi Centro Storico

Amici della Musica, parte la nuova stagione di Classica a Perugia: il programma

Parte la stagione musicale 2018/2019 degli Amici della Musica di Perugia. Il sodalizio tra la Fondazione Cucinelli e gli Amici della Musica di Perugia continua dopo i fruttuosi risultati della stagione precedente, di reciproca e piena soddisfazione per le due istituzioni musicali. Il rapporto di collaborazione in questa nuova stagione si rafforza e si consolida grazie anche ad una nuova veste grafica comune, che prevede un programma unico, con un calendario integrato dei concerti.

La nuova stagione vedrà l’inaugurazione nella splendida Basilica di San Pietro a Perugia, giovedì 18 ottobre 2018 con l’Orchestra del ‘700, il Coro della Capella Amsterdam diretti da Marcus Creed ed eseguiranno Le Stagioni di Haydn. In totale saranno trentadue i concerti dalla elevata qualità artistica, di cui venti in abbonamento per la Stagione degli Amici della Musica, due Family Concert, e dieci concerti per la Fondazione Cucinelli. Dal 18 ottobre 2018 al 25 maggio 2019 molti saranno gli appuntamenti di musica da camera, musica sinfonica, recital pianistici, musica sacra, family concert, con un’offerta musicale ricca e policromatica.

L’assessore Severini nella conferenza stampa di presentazione ha voluto ringraziare la fondazione musica classica per l’ennesima stagione concertistica che ha voluto regalare alla città di Perugia; per questo l’Amministrazione comunale ha inteso confermare il proprio sostegno alla rassegna tenuto conto dell’importanza che la stessa riveste nel panorama culturale della città. Un programma – ha continuato l’assessore – che si arricchisce grazie alla collaborazione con la fondazione Cucinelli, da sempre attenta all’arte ed alla cultura. Gli Amici della musica insomma hanno ormai preso l’abitudine di “viziare” il pubblico perugino offrendo spettacoli di altissimo livello e di grande qualità. La stagione 2018—2019, peraltro, riserverà molteplici sorprese coinvolgendo la città dal 18 ottobre fino a fine maggio. L’auspicio per il futuro è che questo cartellone di livello possa essere supportato da “contenitori” di pari livello; il riferimento è all’auditorium di San Francesco al Prato ed al teatro Pavone, per i quali i lavori sono in dirittura d’arrivo, ma anche al teatro Morlacchi presto riqualificato grazie al contributo della famiglia Cucinelli.

Alla conferenza ha partecipato anche l’assessore regionale Cecchini che ha parlato di una bellissima sinergia sviluppatasi tra Amici della Musica e Fondazione Cucinelli a conferma che, quando si condividono interessi, si può lavorare insieme ottimizzando le risorse sia economiche che logistiche. La Regione, per questo, continuerà a sostenere le manifestazioni culturali di valore e sentite dalla città, come questa, per contribuire a tenere vivo il senso di comunità e l’identità. La presidente della Fondazione Perugia musica classica Anna Calabro ha manifestato la propria soddisfazione per il connubio realizzato con la fondazione Cucinelli, frutto di un’intesa profonda destinata a produrre grandi frutti. Pur mantenendo ciascuna fondazione la propria individualità e la propria storia, si è deciso di lavorare insieme con l’obiettivo sia di valorizzare le risorse ed eccellenze del territorio (Conservatorio, Orchestra da Camera di Perugia ecc.) che per garantire una qualità internazionale della musica molto alta.

La vice presidente della Fondazione Cucinelli Federica Cucinelli, ha sottolineato che il “matrimonio” tra le due componenti, giunto al secondo anno, è ancora molto giovane, ma ha già consentito di ottenere grandi soddisfazioni vista la risposta massiccia del pubblico a fronte di concerti di grande livello. L’obiettivo per il futuro, ora, è di lavorare ancora per cercare di coinvolgere sempre di più i giovani, avvicinandoli al mondo della musica, che ha il merito di ritemprare spirito ed anima.

Ad illustrare il programma delle due fondazioni sono stati i rispettivi direttori artistici, presenti alla conferenza, ossia Alberto Batini per gli Amici della Musica e Fabio Ciofini per la fondazione Cucinelli. Il primo ha sostenuto che in questa stagione vi è molta natura, soprattutto perché i concerti si inaugurano con un appuntamento sinfonico-corale che intona un inno all’armonia fra uomo ed ambiente. Fabio Ciofini, dal canto suo, ha parlato di proficuo sodalizio tra le due fondazioni e di un calendario di appuntamenti del Cucinelli accattivante e diversificato per genere, stile e repertorio.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Amici della Musica, parte la nuova stagione di Classica a Perugia: il programma

PerugiaToday è in caricamento