Eventi

“Agricoltura 4.0, sostenibilità ambientale e d’impresa”: al via l'Open School Copernicus

Obiettivo del corso è la sensibilizzazione, formazione, promozione e avvio all’uso integrato, in ambito agricolo, di tecnologie e servizi innovativi di Osservazione della Terra e di Geo-informazione e di nuove conoscenze agronomiche e ambientali

Si svolgerà online, dal 25 al 27 maggio 2021, la Geodata and Satellite Facilities Open School “Copernicus, l’Agricoltura 4.0 e la sostenibilità ambientale e d’impresa”; è aperta a tutti gli interessati del mondo agricolo e la partecipazione sarà completamente gratuita.

E’ organizzata dal Coordinamento nazionale della Copernicus Academy, dagli Stati Generali dell’Innovazione, da Agricolus srl., dal Dipartimento di Scienze Agrarie, Alimentari e Ambientali dell’Università degli di Perugia e dall’Agenzia Regionale per la Protezione Ambientale dell’Umbria in collaborazione con ISMEA, e-Geos s.p.a., Planetek Italia s.r.l., Bluleaf, con la partecipazione del CREA.

Obiettivo del corso è la sensibilizzazione, formazione, promozione e avvio all’uso integrato, in ambito agricolo, di tecnologie e servizi innovativi di Osservazione della Terra e di Geo-informazione e di nuove conoscenze agronomiche e ambientali ad essi correlati.

L’uso di tali approcci, metodi e prodotti innovativi, apporta un valore aggiunto al miglioramento e alla difesa delle produzioni, dei processi assicurativi del reddito e della gestione del rischio sia a livello di singola impresa, sia a livello territoriale.

Ciò appare ufficialmente auspicato anche dalla nuova Politica agricola comuna (PAC) che ha previsto il ricorso ai dati Copernicus per i controlli della condizionalità ambientale, delle superfici, dello stato vegetativo delle colture e per la conseguente erogazione dei contributi.

Copernicus raccoglie dati ed informazioni da molteplici fonti, come satelliti e sensori di terra, di mare ed aviotrasportati per l’osservazione della Terra e non solo; quindi integra ed elabora tutto ciò, anche attraverso modellazioni dei fenomeni osservati, fornendo ad utenti, tanto istituzionali e pubblici quanto afferenti al comparto dell’impresa privata, informazioni affidabili e aggiornate attraverso una serie di servizi che attengono all’ambiente, al territorio ed alla sicurezza. Un particolare impegno è rivolto alle iniziative formative per consentire a professionisti, operatori pubblici, associazioni del terzo settore e cittadini di sfruttare i servizi ad essi dedicati.

L’attività didattica è articolata su tre giornate. La prima comprende lezioni teoriche-informative a cura di molteplici soggetti istituzionali e dell’Ateneo di Perugia. Faranno seguito due giornate di attività addestrative e laboratori tecnico-pratici proposte da imprese fornitrici di servizi di Osservazione della Terra per l’agricoltura in cui, i partecipanti, coadiuvati dai tutor, potranno acquisire conoscenze specifiche sull’uso di strumenti e metodologie applicative nell’ambito dell’Agricoltura 4.0.

Hanno concesso il patrocinio all’iniziativa: ISMEA, Federazione Regionale Ordini dei dottori Agronomi e Dottori forestali dell’Umbria, Collegio dei Periti Agrari e dei Periti Agrari Laureati dell’Umbria, AM/FM GIS Italia, Associazione Italiana di Telerilevamento.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

“Agricoltura 4.0, sostenibilità ambientale e d’impresa”: al via l'Open School Copernicus

PerugiaToday è in caricamento