rotate-mobile
Venerdì, 7 Ottobre 2022
Eventi

A Civitella, per Di VenerDì, Paolo Ballerani spiega come si è passati dalla mano libera al robot. Una vicenda esemplare

A Civitella, per Di VenerDì, Paolo Ballerani spiega come si è passati dalla mano libera al robot. Una vicenda esemplare. Il principe degli istallatori ha ripercorso la storia personale e professionale della progettazione di mostre, fiere, giubilei.

Al suo medagliere mostre francescane, etrusche, d’arte antica e contemporanea, collaborazione con colossi europei, cinesi, giapponesi, aziende come Listone Giordano e Prada, Istituzioni regionali e nazionali, fiere internazionali. E, per noi Perugini, la cupola della Fontana di piazza in restauro. Mostre importanti, realizzazioni significative: da ultimo il cavallo della Rocca, oggi (sacrificato!) alle scale mobili Bellucci, e la Venere con selfie, alla mostra, ancora aperta, al Manu.

Attivo dal 1972 ad oggi, Ballerani include nel proprio percorso anche l’insegnamento di discipline plastiche e disegno geometrico alle Belle Arti.

Ma è con la fondazione della Totem che si dipana un ventennio in cui sperimenta tecnologie, studio e ricerca dei materiali.

Alla presenza di un pubblico numeroso e qualificato, Paolo Ballerani ha raccontato il percorso che lo ha condotto dai testi disegnati a mano e dipinti, a quelli stampati e tagliati da un plotter di ultima generazione che recide e appronta intere frasi su materiale adesivo.

Prima su un rotolo da un metro, poi su due rotoli da 1.50, poi su tre rotoli da tre metri e poi perfino su quattro rotoli da cinque metri. Si pensi alla realizzazione della copertura dell’Arco Etrusco durante il periodo del restauro.

Altro passaggio sull’illuminazione: da lampade edison, alle quarzine, al neon rigido e flessibile, ai led, con risultati di risparmio energetico e sicura efficacia.

Anche gli oggetti si scolpivano un tempo a mano libera, poi con stampanti 3D, ora con frese e robot che scavano il blocco.

Il tutto corredato da immagini utili a dare conto di questa straordinaria evoluzione tecnologica con risultati strabilianti. Uditorio letteralmente incantato da questa proluvie di informazione e di icone.

Soddisfazione piena di Lamberto Salvatori ed Ezio Bertoldi, persuasi ideatori e organizzatori di questa serie di eventi che proseguirà fino a metà settembre.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

A Civitella, per Di VenerDì, Paolo Ballerani spiega come si è passati dalla mano libera al robot. Una vicenda esemplare

PerugiaToday è in caricamento