“Wonderland art exhibition”, al Valdichiana Outlet Village arriva l’arte contemporanea

Fino al 30 giugno, a cura di Andrea Baffoni e Massimo Magurano. Evento inaugurale il 1 maggio dalle 16:30 con la performance dell’artista Alessandro Marrone in Piazza Maggiore

Wonderland è la mostra d’arte contemporanea che Valdichiana Outlet Village offre ai propri visitatori nei mesi di maggio e giugno 2019. Un evento unico nel suo genere, che mette in dialogo uno spazio commerciale ricco di elementi sorprendenti, con le meraviglie espressive dei linguaggi artistici più attuali.

Curata da Andrea Baffoni e Massimo Magurano, attivi da tempo nell’organizzazione e produzione di mostre d’arte contemporanea, i visitatori possono vedere lavori site specific pensati e progettati esplicitamente per dialogare con questi ambienti. Opere di grandi dimensioni, che coinvolgono lo spazio attraverso giochi luminosi, video e relazioni tra pittura, scultura e installazioni. Il tutto da un punto di vista che normalmente il visitatore non può cogliere, essendo la mostra collocata principalmente negli spazi al piano superiore, da dove si può godere della veduta d’insieme sulla rinnovata Piazza Maggiore e cogliere aspetti architettonici normalmente celati. Ventuno gli artisti in mostra: Carlo Dell’Amico, José Ballivián, Noemi Belfiore, Collettivo “Out of Order”, Stefano Di Giusto, Gillo Dorfles, Salvatore Fiume, Stefano Frascarelli, Roberto Ghezzi, Marco Lodola, Laura-P, Nicola Maggi, Sol Mateo, Jannis Markopoulos, Alessandro Marrone, Movimento Creative Label, Negro, Skizzo, Giuseppe Spagnulo, Roberto Sportellini, Katja Tukiainen. Nomi emergenti in molti casi affiancati da maestri consolidati. Da sottolineare la presenza delle opere che nel 2017 sono state esposte al Padiglione Bolivia della Biennale di Venezia, rispettivamente degli artisti: Ballivián, Mateo e Markopoulos. Una presenza internazionale significativa che si unisce agli importanti prestiti giunti dal Museo della Scultura di Portofino (Archivio Daniele Crippa) riguardanti le opere di Gillo Dorfles, Gianni Dova, Salvatore Fiume, Marco Lodola e Giuseppe Spagnulo.

L’intento degli organizzatori è quello di mettere in relazione le migliaia di visitatori presenti in Outlet con i linguaggi del proprio tempo. Per questo la mostra prevede la presenza di grandi opere anche nella parte inferiore, sculture monumentali e provocazioni ironiche che inducono lo spettatore all’incontro-scontro con l’arte, unite ad uno spazio dedicato a proiezioni e videomapping dove i continui giochi di luce creano un costante effetto di sorprendente stupore.

Per due mesi la Land of Fashion di Foiano della Chiana (Ar), come dichiara il center manager Riccardo Lucchetti, “diventa il paese delle meraviglie, per raccontare la magia della creatività fuori dagli spazi solitamente dediti all’arte e abbracciare il più alto numero di persone possibile”.

L’inaugurazione di “Wonderland art exhibition” è in programma mercoledì 1 maggio: alle 16:00 padiglioni 1 e 2, alle 16:30 performance di Alessandro Marrone, alle 17:30 apertura padiglione 3 don Dj set.

Andrea Baffoni, storico e critico d’arte, curatore indipendente. Dottore di ricerca in storia dell’arte contemporanea presso l’Università degli Studi di Perugia. Direttore della rivista di arte contemporanea ContemporArt (Modena). Accademico d’Onore presso l’Accademia di Belle Arti P. Vannucci di Perugia. Si è occupato di mostre nazionali e internazionali come Alberto Burri. Form and Matter, Estorick Collection, Londra (2011); Gerardo Dottori The Futurist View, Estorick Collection, Londra (2014); Dottori, Chagall, Soutine, Khodasevich-Léger, Museo Nazionale, Minsk (2017); Early Prampolini first manifestos and theatre projects of the 1910s, Museo di Lotz (2017). Segue da tempo artisti emergenti attraverso articoli giornalistici (“Arte” Mondadori, 2012), premi e mostre tra cui: Tell mum everithing is Ok, Perugia, Palazzo Della Penna, Diari di sogni perenni, Corciano; Brana. Mondi paralleli, Fuseum di Monte Malbe, Perugia. Ha curato l’edizione 2018 di Art Adoption, Cortona. È curatore della Biennale Idea Unika di Ortisei e attualmente è responsabile artistico presso la Casa degli Artisti di Sant’Anna del Furlo dove porta avanti un lavoro di ricerca e sperimentazione su Land art e arte ambientale.

Massimo Magurano è fondatore direttore di Art Adoption, ente associativo nato per la diffusione dell’arte contemporanea, in cui vengono presentate significative linee di ricerca emerse nel più recente panorama internazionale delle arti visive. Tra le mostre ricordiamo la “New Generation”, esposizione internazionale ambientale che si svolge tutti gli anni tra dicembre e gennaio. Ha collaborato alla scoperta nel 2017 di un importantissimo dipinto di Tancredi Parmeggiani, la cui storiografia è stata curata da importanti studiosi italiani del settore. L’opera, in seguito alla presentazione al pubblico italiano, ha proseguito l’esposizione negli Stati Uniti per un periodo di 9 mesi. Ha collaborato con la Biennale di Venezia nel 2017 esponendo nel mese di Dicembre dello stesso anno  l’intero intero padiglione nazionale della Bolivia presso l’Auditorium di S. Agostino in Cortona. Collabora come curatore con varie realtà istituzionali, è responsabile di rubrica per conto del magazine Contemporart. Ha in corso di pubblicazione (2020) un volume sulla storia dell’arte pubblicato dalla casa editrice Bertoni Editore

Orari d’apertura “Wonderland art exhibition” al Valdichiana Outlet Village:

Padiglioni 1 e 2: tutti i giorni dalle ore 10.00 alle ore 20.00

Padiglione 3: tutti i venerdì, sabato e domenica dalle ore 10.00 alle ore 20.00

Land of Fashion

Il network si compone di 5 shopping destinations gestite da Multi Outlet Management Italy (MOMI) - filiale italiana del gruppo olandese Multi Mall Management. Gli asset sono: Franciacorta Outlet Village (a Rodengo Saiano - Brescia), Mantova Outlet Village (Bagnolo San Vito – Mantova) Palmanova Outlet VIllage (Aiello del Friuli - Udine), Puglia Outlet Village (Molfetta – Bari) Valdichiana Outlet Village (Foiano della Chiana - Arezzo). Acquisiti dal Fondo americano Blackstone, i 5 Outlet, principali portali d’accesso alle eccellenze dei territori dai quali sono ospitate, sono stati scelti da oltre 17 milioni di visitatori solo nel 2018, per uno shopping di qualità con formula outlet negli oltre 600 punti vendita dei Village.

Valdichiana Outlet Village

La terra di Valdichiana, famosa in tutto il mondo per il suo territorio ricco di storia, cultura e rinomata per il cibo e vino, ha visto nel 2005 l’apertura del Valdichiana Outlet Village; situato in provincia di Arezzo, a due passi dalla principale autostrada A1 che collega Bologna a Roma, con 140 negozi e circa 4.500.000 visitatori all'anno.

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Il Senato assume personale, il concorso: primo stipendio da 1.726 euro al mese

  • Umbria, tragico schianto in moto: Francesco muore nell'incidente

  • Quando Cicciolina girava per il centro di Perugia mostrando le sue grazie ai passanti

  • Family Day Perugia, il cattolico Fora non firma il manifesto e accusa: "Chi sta con Salvini non può dirsi cristiano"

  • Tragedia nel bosco, muore cacciatore: inutili i soccorsi

  • Paura sul raccordo Perugia-Bettolle, anziano a piedi nella galleria tra San Faustino e Madonna Alta

Torna su
PerugiaToday è in caricamento