L'Università di Perugia firma super accordo per la ricerca e la chimica del futuro

Firmato stamane l’accordo di collaborazione fra il Dipartimento di Scienze Farmaceutiche dell’Università degli Studi di Perugia e Ecotech engineering e servizi ambientali s.r.l. per lo sviluppo di ricerche nell’ambito della Chimica Verde

Firmato stamane l’accordo di collaborazione fra il Dipartimento di Scienze Farmaceutiche dell’Università degli Studi di Perugia e Ecotech engineering e servizi ambientali s.r.l. per lo sviluppo di ricerche nell’ambito della Chimica Verde e per la creazione di nuovi prodotti chimici da matrici vegetali “ecosostenibili”, destinati ai settori farmaceutico, nutraceutico e cosmetico.

Alla firma sono intervenuti la Professoressa Violetta Cecchetti, Direttore del Dipartimento, il Professore Claudio Santi, il titolare di Ecotech Dottor Enzo Rinalducci, insieme ai dottori Guido Bregaglio e Francesco Giovagnoni, rispettivamente responsabile scientifico e consulente di Ecotech.

“Questo protocollo – ha sottolineato il Direttore Violetta Cecchetti – dimostra la propensione del Dipartimento di Scienze Farmaceutiche a collaborare con le realtà del mondo imprenditoriale internazionale, per mettere a disposizione le proprie risorse, in termini di competenze e sperimentazioni, finalizzate sia a realizzare attività di ricerca sia a produrre formazione.

Insieme a Ecotech verranno sviluppati progetti finalizzati alla partecipazione a bandi competitivi per la ricerca, saranno creati ambiti per lo svolgimento di tesi di laurea e, attraverso la stipula di appositi accordi di finanziamento da parte di Ecotech, saranno create nuove borse di dottorato e di ricerca”.

Particolarmente coinvolto ed emozionato il titolare di Ecotech Enzo Rinalducci, il quale ha espresso il suo apprezzamento per la qualità della ricerca universitaria: “considero questa collaborazione con l’Università fondamentale per assicurare innovatività e crescita all’azienda – ha dichiarato Rinalducci –, al fine di realizzare prodotti e processi ad alto valore aggiunto e al passo con i tempi. Stiamo puntando molto, infatti, su un nuovo macchinario - da noi costruito e che sarà operativo a settembre prossimo -, con il quale estrarremo molecole da matrici vegetali di scarto – residui agroalimentari, agricoli o caseari – al fine di creare cosmetici di alto profilo. Il contributo della ricerca universitaria sarà fondamentale per trasformare questi ‘sogni’ in realtà”.

Il Professore Claudio Santi, primo promotore dell’accordo Ateneo-Ecotech, ha evidenziato l’importanza della Chimica Verde quale volano della Green Economy: “dobbiamo imparare a fare le molecole chimiche che ci servono nei vari preparati con modalità sempre più ‘sostenibili’ da un punto di vista ambientale.

L’accordo di oggi punta a questo risultato, e per raggiungerlo coinvolgeremo via via tutte le competenze presenti in Dipartimento, dai biologi ai tecnologi fino agli esperti di cosmetica, facendo anche sì che la ricerca diventi una esperienza di formazione per i nostri studenti e, possibilmente, un ponte per l’inserimento nel mondo del lavoro”.

I tecnici Ecotech Guido Bregaglio e Francesco Giovagnoni hanno, infine, illustrato alcune delle linee di ricerca aziendali e che riceveranno un nuovo impulso grazie all’accordo con il Dipartimento di Scienze Farmaceutiche.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Nessuno vuole più indossare la toga? Esame da avvocato, domande al minimo storico

  • Muore a 39 anni schiacciato dal trattore, inutili i soccorsi

  • Umbria, colpito da infarto in banca: infermiere e vigile del fuoco fuori servizio gli salvano la vita

  • Cadavere in un canale, sul posto Carabinieri e Vigili del fuoco

  • Travolto e ucciso da un'auto in superstrada: Fabrizio muore a 45 anni

  • Albero crolla e si abbatte su una casa e su un'auto

Torna su
PerugiaToday è in caricamento