menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

In Provincia, il caso di Trevi: nonostante crisi e cambiamenti, qui il commercio e gli esercizi continuano a crescere

Il dato più importante riguarda bar, ristoranti e strutture d'accoglienza oltre che negozi di vicinato. Presento solo un grande centro commerciale


In tutta la regione si assiste ad una riduzione di attività economiche dovute alla difficile situazione economica causata dalla pandemia da Covid 19 che sta provocando una contrazione di consumi con conseguenze pesanti sul numero di attività presenti. A Trevi invece si registra, invece, una controtendenza come risulta dai dati elaborati dall’Ufficio Finanziario del Comune. Se prendiamo in esame gli ultimi 5 anni si può notare che al 31 dicembre 2020 gli esercizi commerciali sono 198 (176 di vicinato, 21 di media struttura ed uno di grande superficie), mentre nel 2015 erano 185 (162 di vicinato, 22 di media struttura ed uno grande struttura).

I Pubblici esercizi (bar e ristoranti) sono risultati 68, nel 2015 erano 55; le attività ricettive 60 (di cui 7 settore alberghiero e 53 extralberghiero), nel 2015 erano 44 (7 alberghiero e 37 extralberghiero); vendita di imprenditori agricoli 11, nel 2015 erano 6. “I dati sono certamente migliori che altrove - spiega l’assessore alle attività produttive Paolo Pallucchi - il tessuto commerciale e produttivo del nostro territorio sta reggendo, ma sappiamo bene che lo fa tra enormi sacrifici e difficoltà, con grande senso di responsabilità e attaccamento al lavoro. Siamo grati per questa loro capacità di resilienza in un contesto in cui l’ente locale purtroppo non riesce a supportarli in modo incisivo come vorrebbe. Siamo fiduciosi e speriamo nell’impegno di tutti per uscire prima possibile dall’emergenza e programmare insieme una nuova ripartenza.”

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

PerugiaToday è in caricamento