menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Covid, tassisti e noleggiatori in crisi: le proposte, bonus taxi e "diventare" trasporto pubblico

Ieri il sit-in di protesta davanti alla Regione, oggi in commissione per discutere sugli aiuti al settore

Bonus Taxi e partecipazione della categoria nel piano di trasporto pubblico per coprire quelle aree marginali che risulterebbe un costo eccessivo per i normali mezzi pubblici. Sono due delle proposte più importanti che gli imprenditori del trasporto privato (tassisti e noleggiatori con autisti) metteranno oggi sul tavolo della commissione regionale incentrata sulla grave crisi che ha investito anche questa categoria dopo la pandemia. Intanto ieri hanno effettuato un sit-in di protesta davanti alla Regione - era in corso un consiglio regionale - per ribadire le difficoltà di questi mesi e lanciare ben sei proposte. Una protesta civile che è culminata con un primo colloquio con il capogruppo della Lega, Pastorelli, che ha ribadito la disponibilità a trovare una risoluzione comune (senza divisioni di parte) per spronare la giunta a mettere in campo azioni e fondi certi. Molto interessante sia la proposta del bonus taxi che dell'integrazione con il trasporto pubblico.

Nel dettaglio: bonus taxi, da distribuire agli ospiti delle attività di accoglienza regionali ma anche alle fasce di popolazione più deboli che hanno bisgno di spostamenti per cura o servizi. Trasporto pubblico: taxi o pulmini con conducente (da noleggio) da impiegare negli spostamenti periferici dove il Tpl non ha convenienza. Nel periodo del blocco sociale in Umbria i tassisti hanno perso il 97 per cento del fatturato del passato anno. Con la Fase 2 - pochissimi i turisti - si è arrivati ad un meno 80 per cento. E le previsioni per la fine dell'anno indicano un meno 50 per cento. E tutto questo mentre tasse e leasing dalle prossime settimane dovranno essere versati non essendoci proroghe. 
 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Coronavirus, bonus di 2400 euro: ecco a chi spetta

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

PerugiaToday è in caricamento