menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Torna a tuonare il vulcano di Umbria Mobilità: "Pronti a 'bloccare' treni e bus"

I sindacati hanno proclamato lo stato di agitazione di tutto il personale e sono pronti ad attivare verranno le procedure finalizzate alla proclamazione dello sciopero generale. Ecco cosa sta accadendo nell'azienda di trasporto pubblico

Sono passate tre settimane dalla richiesta di incontro dei sindacati ai vertici di Umbria Tpl. Nessuna data è stata confermata e "bloccata" sul calendario dei lavori aziendali. Silenzio totale. Un atteggiamento che ha fatto lievitare sospetti, paure e tanta rabbia tra i dipendenti dell'azienda di trasporto che opera in tutta l'Umbria.

L'assemblea del 30 settembre ha partorito un mandato duro affidato dai lavoratori direttamente ai rappresentanti sindacali: "Avviare un percorso che, qualora non dovessero arrivare le risposte richieste, porti alla mobilitazione in tempi rapidi, attivando anche tutte le forme di sensibilizzazione dell’opinione pubblica, considerato che l’azienda è proprietà pubblica, quindi patrimonio dei cittadini umbri".

Si cerca il confonto per fare chiarezza su aspetti molto importanti per il futuro dell'azienda: chiarezza sulla situazione economico-finanziaria dell’azienda e sulle reali intenzioni della compagine societaria per il futuro; turni e orari di lavoro. In attesa di un confronto con i vertici aziendali, i sindacati hanno proclamato "lo stato di agitazione di tutto il personale preannunciando che, in assenza di un riscontro in tempi brevi, verranno attivate le procedure di raffreddamento finalizzate alla proclamazione dello sciopero di tutti gli addetti". Il rischio sciopero bus e treni si fa sempre più forte. 

Per muoverti con i mezzi pubblici nella città di Perugia usa la nostra Partner App gratuita !

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Il Comune di Perugia cerca personale: i profili richiesti

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

PerugiaToday è in caricamento