menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Il lato oscuro del lavoro: "In Umbria 14 morti in un anno e più di 11mila feriti"

L'allarme dei sindacati: “La situazione in Umbira è preoccupante”. Un bollettino di guerra, che richiede subito un intervento vero ed efficace

Un bollettino di guerra, che richiede subito un intervento vero ed efficace. “La situazione in Umbira è preoccupante”, tanto che i sindacati si sono riuniti in assemblea generale per la sicurezza sul lavoro. All’incontro, che è stato presieduto da Francesca Fiorucci (Uil Umbria) e introdotto da Vasco Cajarelli (Cgil Umbria), sono intervenuti Cinzia Frascheri (responsabile nazionale Cisl Salute e Sicurezza sul lavoro) e rappresentanti del coordinamento regionale salute e sicurezza, Medicina del Lavoro Asl1, Rls/Rlst di Cgil, Cisl e Uil.  

Secondo i dati spiegati da Vasco Cajarelli “dall’inizio del 2017 a oggi gli incidenti mortali sul lavoro sono stati 11 nella provincia di Perugia e 3 in quella di Terni. Le malattie professionali, in crescita rispetto al passato, quest’anno hanno censito 1406 lavoratori, mentre le denunce per infortuni nel 2016 sono state 11.253. Ciò in un contesto dove, a causa della crisi ma anche delle condizioni materiali lavorative, della crescente precarietà e dell’aumento dell’età pensionabile, l’attenzione per i temi della salute e sicurezza appare diminuita”.

I sindacati, spiega una nota congiunta, chiedono una strategia nazionale per la salute e sicurezza sul lavoro, “in quanto l’Italia – è stato sottolineato da Cgil, Cisl e Uil- è uno dei pochi Paesi dell’Unione Europea a non averne ancora una. Ed è l’unico che non l’ha mai avuta”. Anche alla luce di questo, i rapporti con le istituzioni (Regioni, Inail, Servizi di prevenzione e vigilanza) divengono strategici, soprattutto a livello locale. “Per una fattiva opera di prevenzione –si legge nel documento unitario-devono essere messe in atto le sinergie possibili tra tutti gli attori della prevenzione, istituzionali e delle parti sociali”.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

PerugiaToday è in caricamento