rotate-mobile
Economia

RIPRESA Il settore edile umbro è tornano a dare lavoro ma non c'è il boom. "Proroga del superbonus vitale per un rilancio duraturo"

Dopo la crisi ora le costruzioni stanno tenendo botta e crescono. Ma molto meno rispetto al resto del Paese. Il punto del Presidente della Camera di Commercio dell’Umbria, Giorgio Mencaroni

Il superbonus del Governo per restaurare le abitazioni e gli altri incentivi green (sempre per l'immobiliare) sono fondamentali per la crescita del settore edile che in Umbria è tornato in attivo ma con molte sofferenze. Un settore che se in salute rafforzerà nel tempo l'importante ripresa economica post-covid in corso nella nostra regione.  Gli strumenti adottati da Roma, secondo gli studi della Camera di Commercio, vanno difesi e prorogati fino al 2023 a tutti i costi. Eh già perchè l'edilizia umbra non ha ancora completamente beneficiato di queste agevolazioni, gli effetti positivi per le imprese e per i consumi si inizieranno a vedere in maniera tangibile dal 2022.

“Per la filiera delle costruzioni in Umbria, composta anche dal mercato immobiliare che sappiamo in crescita, (fonte Borsa Immobiliare ndr) non possiamo certo parlare di boom, la vera leva degli incentivi statali del Superbonus ancora non si è fatta sentire – sottolinea il Presidente della Camera di Commercio dell’Umbria, Giorgio Mencaroni - ma con realismo guardando ai nostri dati, possiamo palare di tenuta del settore e auspico una crescita più solida grazie anche alla proroga, da poco varata, degli incentivi”.

Dal 30 settembre 2021 al 30 settembre 2019 il settore edile cresce, ma non si assiste a quell’effetto traino del sistema imprenditoriale nel suo complesso che caratterizza territori come la Campania o il Lazio. La variazione percentuale del settore si ferma infatti all’1,6%, tradotto in valore assoluto vuol dire 209 aziende in più, a fronte di una media del Paese del 3,5% (+29.136 aziende). Dietro l’Umbria solo Veneto (1,5%) e Marche (0,8%). Confortante il dato sull’occupazione. Al 30 settembre 2021, le costruzioni occupano 29.997 addetti (fonte Inps) a fronte dei 29.309 impiegati nel 2019 nello stesso trimestre di riferimento.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

RIPRESA Il settore edile umbro è tornano a dare lavoro ma non c'è il boom. "Proroga del superbonus vitale per un rilancio duraturo"

PerugiaToday è in caricamento