Economia

Passa la proposta dell'assessore Fioroni: salve le sagre e "rispettati" i ristoratori. Ecco cosa cambia

Manca l'annuncio ufficiale ma l'incotro ha partorito dopo settimane di trattative una soluzione condivisa

Manca solo la nota ufficiale, con le dichiarazione delle parti, ma dopo lunghe trattative è stato trovato l'accordo per rimettere sul cartello degli eventi dell'Estate 2021 (in Umbria) anche alcune delle sagre storiche per il periodo estivo. Nell'ultimo summit diretto dalla Regione e al tavolo (delle trattative) presenti le vari sigle dei ristoratori e l'Unione delle Pro Loco, è passata la proposta "con restrizioni rispetto al pre-Covid" dell'assessore regionale Michele Fioroni (nella foto in basso a destra): ovvero, sei giorni e un solo fine settimana. Sul fronte sicurezza confermati i ferrei protocolli anti-contagio già stilati nell'estate 2020 e con le nuove norme previste dal Governo Draghi.

fioroni-1-2La formula dà respiro (e si spera clienti) al settore dei ristoranti che solo da poche settimane è ritornato ad aprire le porte ai clienti. Rispetto al pre-covid alle sagre sono stati cancellati un fine settimana e 4 giorni complessivamente.

Una riduzione perà che permette alle pro-loco e le associazioni di imbastire comunque degli eventi di qualità e in grando di auto-finanziarsi anche per il prossimo anno dando così continuità ad eventi fondamentali per la vita per i piccoli borghi, frazioni e quartieri.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Passa la proposta dell'assessore Fioroni: salve le sagre e "rispettati" i ristoratori. Ecco cosa cambia

PerugiaToday è in caricamento