menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Turismo, la Regione lancia la nuova strategia e crea una nuova "rete"

Il nuovo progetto è stato presentato ieri, 7 ottobre, dall'assessore Fabrizio Bracco. Insieme a lui i titolari dell’agenzia, Susan van Egmond e Teun Kees, in questi giorni in Umbria per la sottoscrizione del contratto

Una “antenna” in loco per far conoscere e mantenere sempre viva l’attenzione sul “brand Umbria” attraverso tutti i possibili canali, dalla collaborazione con i tour operator alla presenza sui media e sui social media, dal coinvolgimento delle associazioni che a vario titolo sono interessate all’Umbria, agli “educational” per i professionisti del settore. Parte dai Paesi Bassi e del Belgio, il primo mercato turistico internazionale per l’Umbria, l’innovativa forma di promozione che la Regione Umbria attiva per consolidare e rafforzare i flussi turistici, oltre che dei mercati italiani, delle aree e mercati “chiave” esteri.

L’assessore regionale a Turismo e Cultura, Fabrizio Bracco, ha presentato ieri obiettivi e modalità delle attività di comunicazione, p.r. e marketing che verranno svolte dall’agenzia “Tmc - Tourism marketing concepts” di Amsterdam, cui il servizio è stato affidato dopo una procedura a evidenza pubblica, nel corso di un incontro nel complesso dell’ex Fatebenefratelli, accanto alla mostra “Sensational Umbria by Steve McCurry”.

Insieme all’assessore, sono intervenuti i titolari dell’agenzia, Susan van Egmond e Teun Kees, in questi giorni in Umbria per la sottoscrizione del contratto e per illustrare e discutere con operatori pubblici e privati i contenuti del piano di azione proposto. “Con l’attivazione di questa prima ‘antenna’ su uno dei mercati strategici per l’Umbria – ha sottolineato l’assessore Bracco – giunge a maturazione un progetto condiviso con operatori turistici e associazioni di categoria che si propone l’obiettivo di garantire una presenza costante dell’Umbria, attraverso i rapporti con una agenzia qualificata e specializzata, su quelli che riteniamo i mercati strategici per la nostra regione. Innanzitutto i Paesi Bassi, Germania, Belgio e Stati Uniti, i quattro Paesi – ha ricordato – da cui provengono i maggiori flussi turistici verso l’Umbria. Dopo la prima ‘antenna’ nei Paesi Bassi e Belgio, con l’agenzia selezionata fra sette con la preziosa collaborazione dell’Enit di Francoforte per la qualità dei servizi e l’affidabilità, seguendo la stessa procedura attiveremo un analogo strumento in Germania; più difficile sarà l’apertura negli Stati Uniti, mentre estenderemo la sperimentazione della ‘antenna’ alla Gran Bretagna”.

“Il sistema Umbria – ha rilevato Bracco – ha tutte le condizioni per affermarsi, ma occorre uno scatto culturale:   la promozione all’estero è stata ulteriormente rafforzata, anche con il progetto ‘Sensational Umbria’ affidato al grande fotografo Steve McCurry, e lo sarà ancora di più con le ‘antenne’ in loco, ma fondamentale è l’organizzazione dell’offerta turistica sul territorio, con eventi e servizi di qualità. Solo così il lavoro di promozione darà i frutti attesi in termini di arrivi e soprattutto di permanenza in Umbria”.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

PerugiaToday è in caricamento