menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Riforma della Provincia, 85 persone rischiano il posto: "Non sanno cosa fare, ennesima riunione a voto"

Ennesimo tavolo saltato tra sindacati, Regione e Provincia di Perugia: ora si fa sul serio. Proclamato sciopero ma il blocco potrebbe diventare sistematico

Le Rsu della Provincia di Perugia e di Terni hanno espresso forte preoccupazione per la complessa vertenza dei lavoratori della polizia provinciale che nel tavolo della governance del 13 maggio ha segnato un ulteriore stallo alla presenza dei vertici regionali. Di fronte alla disponibilità data dai sindacai di trovare un accordo sui criteri per selezionare le dotazioni organiche utili a garantire le funzioni di competenza della Provincia, all'interno di un protocollo complessivo che assicuri la ricollocazione di tutto il personale della polizia provinciale, l'amministrazione regionale e provinciale non hanno di fatto risposto. 

Quindi nessuna certezza ma un ulteriore rinvio delle decisioni i da prendere mentre ad oggi risultano non ricollocati 38 poliziotti nella provincia di Perugia  e non si ha alcuna certezza rispetto a chi effettuerà  le funzioni di controllo della caccia e della pesca.

"Chiediamo che si definisca un accordo integrativo all'accordo quadro "esuberi zero" solo per la polizia provinciale. Che la Regione dica con chiarezza con quali modalità e risorse vuole svolgere le funzioni di controllo ad essa riassegnata. Infine si chiede che l'Anci  definisca definitivamente le disponibilità  di ri allocazione nei Comuni.  Abbiamo inoltre chiesto anche alla luce del recente incontro tra le regioni e il ministro Poletti di convocare una riunione urgente sulla questione dei centri per l’impiego". 

Il ministro ha infatti ipotizzato una proroga della convenzione in atto, soluzione questa  considerata minaccettabile dai dipendeni sia per il futuro dei servizi che per le garanzie occupazionali.  Ancora più allarmante in Umbria dove lavorano in questi servizi circa 50 precari. Per queste ragioni continua la mobilitazione che  vedra il giorno 25 maggio prossimo lo sciopero per l'intera giornata dei lavoratori pubblici.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Il Comune di Perugia cerca personale: i profili richiesti

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

PerugiaToday è in caricamento