menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

L'azienda di casa nostra che batte la crisi: il cachemire dell'Umbria alla conquista del mondo

Nuova boutique a Milano e prossima apertura di un negozio a Mosca, continua l'espansione del brand Lorena Antoniazzi

In questi tempi di crisi, di aziende che chiudono, multinazionali che se ne vanno, con l'Umbria a quota 43mila disoccupati, che venire a sapere che un marchio umbro invece continua la sua cavalcata di successo nel mondo , ti ridà molta speranza e dimostra che anche dalla piccola nostra regione qualcosa si può fare, qualcosa si può cambiare invece che lamenarsi soltanto. Da Confindustria Umbria arrivano, almeno oggi, buone notizie: il cashemire dell'umbra Lorena Antoniazzi - brand prodotto Sterne International - è sbarcato ufficialmente anche nel cuore della capitale europea della Moda: Milano, in via Spiga numero 36. 

In precedenza erano state aperte boutique a Ibiza, San Pietroburgo, Seoul e Daegu.  Nella vetrina del nuovo store di Milano i capi esposti e gli ambienti realizzati, raccontano una storia fatta di filati pregiati e stile senza tempo. Lo spazio espositivo si sviluppa su circa 80 mq su due piani, l’affaccio di due ampie vetrine su via spiga e un piano inferiore che accoglie in un ambiente che protegge la privacy della clientela che ama la discrezione. Entro l'estate è previsto sempre un nuovo store nalla ricca Mosca. 

La Boutique di via della Spiga segna un grande traguardo per il brand Lorena Antoniazzi, sia per la sua posizione di privilegio ma anche perché arriva proprio nel 25° Anniversario della sua nascita - racconta Luca Mirabassi, Ad e Presidente della Sterne International – Un traguardo coronato dal successo e reso possibile soprattutto dal lavoro sulle collezioni, studiate e create da mia moglie Lorena con il contributo del suo staff di creativi e artigiani, tutti concentrati nel distretto umbro. A tutti  loro va il mio ringraziamento corale per gli obiettivi raggiunti. La nostra missione resterà sempre quella di attribuire nuovo valore al lavoro artigianale e al processo della grande area produttiva umbra, sempre certi che l’Eccellenza italiana e l’artigianalità restino quei valori unici e immutabili capaci di contraddistinguere le nostre produzioni e rendere ancora desiderabile il nostro Italian style".

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Coronavirus, bonus di 2400 euro: ecco a chi spetta

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

PerugiaToday è in caricamento