menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

La Regione contro la crisi da Covid: 1500 euro agli autonomi, parte la corsa per la domanda

Ecco come fare per ottenere il contributo per i lavoratori maggiormente colpiti dalla crisi causata dalla pandemia

Un contributo da 1.500 euro gli autonomi che sono rimasti gravemente colpiti dalla crisi economica derivante dalla diffusione del virus SARS-CoV-2.La decisione della Regione Umbria è diventata operativa con la pubblicazione dell’avviso “Una tantum autonomi” della Regione Umbria consultabile online sul BUR (Bollettino ufficiale della Regione Umbria) e sul portale istituzionale di ARPAL Umbria.

Le domande potranno essere presentate esclusivamente tramite il servizio on line raggiungibile all’indirizzo https://servizidigitali.arpalumbria.it/ con accesso mediante SPID - Sistema Pubblico di Identità Digitale a partire dalle ore 12 del 14 gennaio 2021 e fino alle ore 14 del 26 febbraio 2021. Per richiedere informazioni Sviluppumbria ha predisposto quattro numeri di telefono dedicati (075/5681280, 075/5681281, 0744/806070, 0744/806071) e un indirizzo E-mail (avvisounatantum@sviluppumbria.it).

“Massima è l’attenzione della Giunta regionale verso le esigenze del tessuto produttivo e dei lavoratori umbri – sottolinea l’assessore Michele Fioroni -. Nel corso del 2020 abbiamo realizzato diverse misure volte e sostenere la nostra regione in questa fase di grave crisi e l’avviso “Una tantum autonomi” si inserisce tra queste, uno strumento importante dal punto di visto finanziario, con oltre 13,4 milioni di euro destinati”.

A supporto delle attività di compilazione della domanda, per gli aspetti informatici, è disponibile poi l’assistenza tecnica da parte di Umbria Digitale, attiva dal lunedì al giovedì dalle ore 8 alle ore 18, il venerdì dalle ore 8 alle ore 14, contattando il Service Desk (n.ro verde 848.88.33.66 oppure 075.5027999 – email servicedesk@umbriadigitale.it).

“Con questo provvedimento – rileva l’assessore regionale Paola Agabiti - mettiamo in campo un aiuto concreto per tanti lavoratori non tutelati e particolarmente colpiti dall’emergenza. Si tratta di una misura complementare rispetto ai ristori nazionali, che fa seguito ad altri interventi una tantum già attivati nei mesi scorsi. Stiamo stanziando tutte le risorse disponibili per sostenere il tessuto produttivo della nostra regione, senza lasciare nessuno indietro”.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

PerugiaToday è in caricamento