Soldi per aiutare le aziende di ceramica. Fondi però dal 2021 e si lavora ad un progetto umbro

Dopo la decisione del Governo, i sindaci di Deruta, Gualdo, Gubbio e Orvieto stanno cercando di capire la ripartizione dei fondi e le procedure

Il Governo ha stanziato 2 milioni di euro per le aziende che operano nel settore della ceramica tradizione e artistica. Per l'Umbria un importante notizia che riguarda Deruta, Gualdo, Gubbio e Orvieto. E proprio il sindaco di Deruta, per salvare le aziende del territorio dopo la crisi da Covid19, sta spingendo per ottenere quanto prima gli aiuti economici. 

“Come sindaco di Deruta - ha affermato Toniaccini - e in qualità di presidente della Strada regionale della ceramica, insieme al collega di Gualdo Tadino, Massimiliano Presciutti, ci siamo subito confrontati con l’associazione italiana città della ceramica, nella persona del presidente Massimo Isola per comprendere più a fondo la misura e la sua portata, nonché le ricadute a livello locale. Da un primo confronto, e ne seguiranno altri, le risorse saranno assegnate direttamente al Consiglio Nazionale Ceramico che gestirà il progetto. Siamo in attesa della convocazione del Consiglio per avere maggiori dettagli, in particolare sulle modalità di ripartizione e di spesa che, in ogni caso, dovranno essere utilizzati entro il 31 dicembre 2021".

Il presidente Isola ha confermato che sarà Aicc a presentare un progetto per tutte le realtà coinvolte. "Nei primi giorni di settembre, inoltre, a Faenza si terrà l’assemblea di Aicc in cui si parlerà del progetto. Contiamo di partire entro gennaio 2021”. Insomma le risorse non saranno immediate e sarà necessario mettere insieme un progetto Umbria. 

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Comunque per il sindaco Toniaccini si apre “una nuova fase della ceramica artistica di qualità, con il settore che torna ad avere un ruolo e un protagonismo che, negli anni, si era perso. L’Umbria anche attraverso la Strada della ceramica farà sempre più rete, si presenterà ai vari Tavoli sempre più unità, con il solo obiettivo di valorizzare, ciascuno per le proprie specificità, la ceramica umbra e con essa il territorio, la sua identità, le sue tradizioni espresse nei colori e nei disegni dei manufatti".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Un borgo umbro tra i 20 paesi più belli d’Italia del 2020 scelti da Skyscanner

  • INVIATO CITTADINO Alle sei del mattino due giovanissimi dormono davanti alla vetrina di un negozio: chiamata la Polizia

  • "Aiutatemi", ragazzo trovato nella notte legato a un albero: indagano i carabinieri

  • Coronavirus in Umbria, la mappa al 14 settembre: tutti i dati comune per comune

  • Linea Verde Life fa tappa a Perugia ed elogia l’Antica Latteria di via Baglioni (le immagini)

  • Giovani coppie, single e famiglie con un solo genitore, dalla Regione quasi 4 milioni per l'acquisto della prima casa

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
PerugiaToday è in caricamento