menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Cambiamenti climatici in Umbria, dalla siccità alle grandinate dannose: "Tendenza alla tropicalizzazione"

Le forti piogge e le grandinate “a macchia di leopardo” che hanno colpito nelle ultime ore con varia intensità diverse zone dell’Umbria, hanno causato allarme, disagi e qualche danno

Le forti grandinate di questi giorni, insieme alle bombe d'acqua, stanno causando gravi danni all'economia verde dell'Umbria. Moltissime le segnalazioni e le testimonianze raccolte da Coldiretti dai propri soci sparsi in tutta la provincia di Perugia. Si teme per la produzione di ortaggi, olivi, vite e colture foraggere. Dalla siccità (dei giorni passati) ai campi imbiancati da grandine o sommerse da eccezionali piovaschi. Da un danno ad altri danni in serie. Tutta colpa dei cambiamenti climatici che stanno stravolgendo il settore verde anche in Umbria. 

Dopo un periodo segnato da elevate temperature e scarse precipitazioni, le forti piogge e le grandinate “a macchia di leopardo” che hanno colpito nelle ultime ore con varia intensità diverse zone dell’Umbria, hanno causato allarme, disagi e qualche danno anche al settore agricolo.

"Siamo di fronte alle evidenti conseguenze dei cambiamenti climatici con l’eccezionalità degli eventi atmosferici divenuta ormai la norma, con una tendenza alla tropicalizzazione che - ha precisato Coldiretti - si manifesta con una più elevata frequenza di manifestazioni violente, sfasamenti stagionali, precipitazioni brevi ed intense ed il rapido passaggio dal sole al maltempo, con sbalzi termici significativi che compromettono le coltivazioni nei campi con costi per oltre 14 miliardi di euro in un decennio, tra perdite della produzione agricola nazionale e danni alle strutture e alle infrastrutture nelle campagne".

Tornando ai danni provocati dal maltempo. I chicchi di grandine provocano danni irreparabili alle coltivazioni mandando in fumo un intero anno di lavoro. "Per questo proseguirà nelle prossime ore il monitoraggio della situazione in tutto il territorio regionale dove è scattato l’allarme": ha annunciato Coldiretti. 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Coronavirus, Assisi in lutto: è morto Mauro Venarucci

Attualità

Coronavirus in Umbria, vaccini anche in farmacia: c'è l'accordo

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

PerugiaToday è in caricamento