Economia

Cassa integrazione per i lavoratori della ex Pozzi: appello a Governo e parlamentari

I dipendenti dell'azienda spoletina non prenderebbero lo stipendio dallo scorso novembre: pressing dell'assemblea regionale sul Ministero del Lavoro

Una lettera da inviare ai Ministeri preposti e ai ai parlamentari del quadro regionale è la strategia della Seconda Commissione dell'assemblea legislativa umbra (che si è riunita in videoconferenza oggi, 22 aprile) per sollecitare il riconoscimento e il pagamento della cassa integrazione ai lavoratori dell'azienda spolerina IMS-Isotta Fraschini (Ex-Pozzi), che non percepirebbero nulla da novembre scorso.

Il piano della Regione Umbria per far vivere le imprese e i negozi

Alla presenza (in video collegamento) del direttore regionale Luigi Rossetti, il presidente Mancini ha rimarcato la sua “preoccupazione per le difficoltà che questa situazione sta causando a molte famiglie del territorio”. Rossetti allora, nel confermare ed assicurare l’attenzione costante della Regione rispetto a questa vertenza, ha tuttavia ricordato che “la gestione della procedura degli ammortizzatori sociali è di competenza del ministero del Lavoro e di quello delle Politiche sociali. È necessario quindi un decreto sulla base del quale Inps provvede poi al pagamento. Questa partita - ha sottolineato - si gioca su tre livelli: Inps, Ministero del Lavoro e procedura di amministrazione straordinaria”.

Appello di agricoltori e agriturismi ai sindaci: "Cancellare la Tari per il 2020"

Il presidente Mancini ha così condiviso con i commissari presenti la necessità, con l’apporto degli uffici regionali, di predisporre una lettera unitaria della Commissione da inoltrare ai Ministeri preposti e ai parlamentari del quadro regionale affinché possano intervenire sul ministero stesso per una rapida predisposizione del decreto necessario per il pagamento della cassa ai lavoratori. Al termine della seduta, Fabio Paparelli (Pd), approfittando della presenza del direttore Rossetti, ha chiesto di sapere la data della firma dell’accordo per la cassa integrazione in deroga delle aziende umbre relativamente all’emergenza Covid. Sull’argomento il presidente Mancini ha assicurato che nella prima seduta utile del prossimo mese di maggio, verranno invitati lo stesso direttore Rossetti e l’assessore Michele Fioroni per un quadro aggiornato della situazione.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Cassa integrazione per i lavoratori della ex Pozzi: appello a Governo e parlamentari

PerugiaToday è in caricamento