Economia

Vacanze in Umbria, gli agriturismi scalpitano: "Da noi sicurezza: presidente Tesei... vogliamo riaprire"

Gli agriturismi sono pronti a ripartire, rispettando le linee guida e le disposizioni sulla sicurezza, a cominciare da quelle sul distanziamento sociale

Gli agriturismi sono pronti a ripartire, rispettando le linee guida e le disposizioni sulla sicurezza, a cominciare da quelle sul distanziamento sociale, grazie anche alla possibilità di disporre e far usufruire di ampi spazi all’aperto in campagna. È quanto sottolinea Coldiretti Umbria, che continua a sollecitare la Regione per una immediata e completa riapertura di strutture fondamentali per quel turismo rurale e di prossimità, volano imprescindibile per la rinascita del territorio umbro dopo l’emergenza.

"Proprio i tanti spazi all’aperto di queste imprese agricole - ha affermato Rossi di Coldiretti - possono agevolare le misure di contenimento del contagio e tornare a rappresentare per gli ospiti un luogo ideale dove ritemprarsi lontano dai ritmi della vita quotidiana e soprattutto dallo stress degli ultimi mesi, grazie all’offerta di attività in fattoria e percorsi naturalistici, con il cibo valore aggiunto della vacanza made in Italy. Anche alla luce della partenza di campagne promozionali per il rilancio di immagine ed economico dell’Umbria - ribadisce Rossi - l’agriturismo deve poter svolgere quindi un ruolo centrale per le vacanze".

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Vacanze in Umbria, gli agriturismi scalpitano: "Da noi sicurezza: presidente Tesei... vogliamo riaprire"

PerugiaToday è in caricamento